Rita Bonaccorso, ex-moglie del campione Totò Schillaci, è intervenuta nel corso di Domenica Live tramite un collegamento video. Purtroppo, la sua è una storia drammatica e difficile da raccontare. Rita è tornata a discutere dello sfratto per debiti cui si è opposta invano per anni, dicendo si tratti di un’ingiustizia bella e buona. Così, il suo intervento si colora di parole forti: “Ce l’ho con tutti quelli che si sono appropriati della mia casa, che sono stati fetenti e morti di fame”. Dopo poco, ha cominciato ad agitarsi particolarmente. Così, molto turbata, ha esclamato: “Siamo arrivati al Terzo mondo, fate dei campi di concentramento e ci sterminate tutti”.

LEGGI ANCHE —> Flavio Insinna, dopo-Frizzi all’Eredità: che gaffe su Arezzo!

LEGGI ANCHE —> Pericoloso imprevisto per Christian De Sica: altro che passeggiata in bici

L’attacco di Rita Bonaccorso a Barbara D’Urso

Rita continua a raccontare la sua situazione a dir poco complicata: “Non ho ancora una casa, non voglio fare pietà all’Italia, a me è stato commesso un atto ingiusto. La  Giustizia si è impossessata delle mie cose ingiustamente. Se il mio sacrificio è servito per aiutare altra gente, va bene”.

Tuttavia, in ballo c’è una sentenza del Tribunale, il quale ha sancito che la casa di Rita Bonaccorso dovesse essere destinata ad altro utilizzo. Così, Barbara D’Urso decide di intervenire e con molta cautela prova a spiegarle come stanno realmente le cose, anche per far sì che i telespettatori capissero fino in fondo a cosa facesse riferimento. Ecco che Rita risponde alla D’Urso: “Barbara, tu fai parte del ‘sistema’”. La conduttrice di Domenica Live completamente basita è riuscita soltanto a chiederle: “Scusa, di quale sistema farei parte?”, giusto per capire su cosa si fondassero quelle accuse. Rita non ha fornito una descrizione più dettagliata sulle sue parole. Era visibilmente scossa. Poi, la situazione torna sotto controllo e Rita chiude in questo modo: “La Giustizia In Italia non funziona, vedi il mio caso. Le fatture erano false”.