Influenza: secondo le stime degli esperti 5 milioni di italiani a rischio. La dichiarazione del ricercatore Fabrizio Pregliasco

Con l’arrivo del primo freddo, arrivano anche i primi malanni. Di certo il passaggio improvviso dall’estate all’autunno e il calo repentino delle temperature hanno già contribuito a mietere qualche vittima. L’influenza ha già colpito infatti in minima parte gli italiani, ma secondo le stime, saranno circa 5 milioni le persone a rischio durante le prossime stagioni autunno-inverno. Gli studi medici hanno ipotizzato un tipo di malattia virale, l’AHN1 e il Virus B. Il virologo e ricercatore Fabrizio Pregliasco, attivo nel Dipartimento di Scienze Biomediche per la Salute dell’Università degli studi di Milano, ha tranquillizzato sulla tipologia di virus. Esso dovrebbe manifestarsi con un’intensità media ma non bisogna ignorare i suoi effetti. Lo stesso Pregliasco, che è anche direttore sanitario dell’IRCCS Galeazzi di Milano, ha dichiarato sul portale OK Salute:

“Quanto è successo l’anno scorso ce l’ha ricordato chiaramente. Ci aspettavamo una stagione influenzale di media intensità e invece è stata una delle più pesanti degli ultimi anni. Molto dipenderà anche dal meteo: se questo inverno dovesse essere più lungo e freddo sicuramente si avranno più malati”.

Influenza: come si trasmette, quali sono i sintomi e come prevenirla

Il virus del genere Orthomixovirus, banalmente definita “influenza”, interessa le vie aeree, ovvero naso, gola e polmoni. Il rischio di contagio è alto in quanto basta un colpo di tosse o uno scambio di liquido salivare, che può avvenire sia per via diretta che per via indiretta. Purtroppo basta un colpo di tosse senza la mano davanti alla bocca, una distanza troppo ravvicinata con un infetto o addirittura una semplice stretta di mano a causare il contagio. L’epidemia colpisce in ogni luogo della Terra e ad ogni età: chi di noi non è stato almeno una volta a letto vittima dell’influenza? I sintomi sono sempre gli stessi: febbre alta, che supera di solito i 38 gradi, accompagnata da dolori muscolari, tosse, raffreddore e mal di gola. Ma c’è un modo per prevenirla. Il Ministero della Salute raccomanda la vaccinazione e le misure di igiene e protezione per ciascun cittadino. Non basta farla una sola volta ma è consigliabile farne un “richiamo” almeno ogni anno. I rimedi ci sono, quindi possiamo affrontare questa ennesima ondata di freddo e l’influenza. Basta prendere le giuste precauzioni e coprirsi bene.