L’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia dichiara: la più forte di magnitudo 4.8 alle ore 2.34 a due chilometri da Santa Maria di Licodia

Un terremoto di magnitudo 4.8 è stato registrato a Catania nella notte, seguito da eventi sismici minori. L’epicentro nella zona di Santa Maria di Licodia, a 35 km dal capoluogo, l’ipocentro a 9 chilometri di profondità. La scossa, avvertita alle 2.34, ha provocato il crollo di cornicioni nella chiesa del Paese e del Palazzo Ardizzone, ex sede del municipio.Ma non solo: sono crollate anche antiche case rurali. Ci sono feriti, ma non sarebbero gravi. Ci sono invece persone in forte stato di choc, ricoverate in ospedale. “La scossa è partita dall’Etna” racconta Osvaldo Risiglione, poeta di Centuripe.

Terremoto Catania, panico tra gli abitanti della città

Paura tra i cittadini che in piena notte si sono riversati in strada. Il terremoto è stato sentito nettamente nella città di Catania, oltre che a Siracusa, Enna e Messina. L’allarme arriva via social: centinaia i post di persone che raccontano il forte spavento. “Sono saltato dal letto pensando ci fosse qualcuno che lo muovesse nella stanza”, scrive Simone. Maria Antonietta racconta: “Al nono piano è stato terribile… ha ballato tutto”. Daria scrive: “Alluvioni, terremoti… a Catania ci si diverte sempre un sacco”. Il Catanese è una zona ad alta pericolosità sismica, legata sia all’attività del vulcano Etna sia da eventi di origine tettonica.

Terremoto Catania, l’appello del sindaco: “Non cediamo al panico”

Antonio Bonanno, sindaco di Biancavilla, centro del catanese dove si è registrata una delle scosse di terremoto più potenti, scrive su Facebook: “La scossa di terremoto avvertita attorno alle 2.30 ha toccato tutti noi. Non facciamoci prendere dal panico“. “Evitate soprattutto di girare per strada con le automobili. Assieme a carabinieri, Vigili del fuoco, Polizia, Protezione civile, Polizia municipale e volontari – conclude – siamo per le strade di Biancavilla a monitorare la situazione”

Anche SoloGossip è sbarcato tra le news di Google, Seguici da QUI con un CLICK!