Morta Victoria Marinova, la giornalista che stava lavorando al Gp Gate

Il cadavere di una giovane donna è stato ritrovato verso le 14.20 in un tratto di cespugli vicino alla foce del Danubio. Il corpo apparteneva alla giovane e bella Victoria Marinova, talentuosa giornalista 30 enne molto nota in Bulgaria per il suo show d’inchiesta Detector. Oltre alla sua attività di reporter, la Marinova era anche direttrice amministrativa della TVN e conduttrice del programma di inchiesta Detector. Si ipotizza che lo stupro e il massacro siano avvenuti ieri mattina, precisamente tra le 11 e mezzogiorno a Ruse, città ai confini con la Romania. Più volte la Marinova era stata vittima di minacce e violenze a causa della sua attività editoriale. Poi la tragica notizia che nessuno si aspettava. Naturalmente ora tutte le piste sono aperte: la polizia sta cercando di identificare il colpevole dell’assassinio e vagliando le varie opzioni. Non si esclude che l’omicidio possa essere legato alla sua professione.

Victoria Marinova: la giovane giornalista che denunciava gli scandali finanziari

Nell’ultima puntata del suo show in onda il 30 settembre scorso, Victoria aveva lanciato precise accuse alla GP Group Joint stock Company, potente gruppo industriale bulgaro coinvolto in uno scandalo legato ai fondi europei. L’attività del Gruppo GP, da qui il nome GP Gate, interessa molti settori del Paese: distribuzione di gas e petrolio, infrastrutture, edilizia residenziale ed industriale e strutture alberghiere. L’accusa è quella di aver utilizzato illecitamente soldi comunitari e governativi. Altri episodi legati alla questione hanno sconvolto la Bulgaria nei giorni scorsi. Uno di questi è stato l’arresto di due giornalisti di Bivol, altro centro d’inchiesta bulgaro. Al momento del fermo i due avevano tentato di salvare da un rogo dei documenti con prove schiaccianti. I colleghi della vittima avrebbero dovuto preparare un servizio proprio con la Marinova la prossima settimana. Purtroppo quello di Victoria è il terzo omicidio di un giornalista nell’Unione Europea nell’ultimo anno. Dopo la maltese Daphne Caruana Galizia e Jan Kuciak, la Bulgaria perde un’altra grande professionista del giornalismo e un bambino oggi piange la sua mamma.

F. Ciardi

Anche SoloGossip è sbarcato tra le news di Google, Seguici da QUI con un CLICK!