Luigi Di Maio si espone sulle tariffe dell’Rc auto

Il ministro dello sviluppo e vicepremier Luigi Di Maio ha annunciato la prossima iniziativa del governo: ridurre le tariffe dell’Rc auto. L’annuncio è arrivato durante una diretta Facebook, nella quale il ministro dichiara: “La questione dell’Rc auto mi sta molto a cuore e su questo sto lavorando come ministro dello Sviluppo economico perché dobbiamo abbassare le tariffe: in alcune zone d’Italia i premi assicurativi sono indecenti”. Ma non solo. Perché ulteriore obiettivo del governo è quello di ridurre l’uso delle targhe straniere. Secondo Di Maio, però, quest’abuso è una conseguenza delle tariffe assicurative elevate. Capiamone di più.

Leggi anche –> Reddito di cittadinanza: modalità d’erogazione e come funziona

Leggi anche –> Reddito di cittadinanza: chiarezza sulle modalità di erogazione

Luigi Di Maio annuncia: “Propongo una stretta alle targhe straniere”

Luigi Di Maio, ministro dello sviluppo, in una diretta su Facebook ha parlato dei prossimi obiettivi riguardanti il settore automobilistico e assicurativo. Il ministro, infatti, parte dalla considerazione che, in alcune zone d’Italia, i premi assicurativi siano “indecenti”. E per tale motivo è opportuno ridurre le tariffe. In realtà la questione è strettamente legata ad una situazione molto presente in Italia: l’abuso di targhe straniere. Secondo Di Maio, infatti, in quelle zone d’italia dove i prezzi dell’Rc auto sono eccessivi, utilizzano targhe di paesi dell’est. Ed in particolare Romania e Bulgaria, dove i prezzi sono meno cari. Infatti afferma: “Qui c’è qualcuno che, rispetto agli onesti che pagano una polizza a cui presto dovremo rimettere mano, usano le targhe romene e bulgare”. Di Maio spiega ancora il problema: “Queste polizze assicurative hanno costi nelle loro patrie molto basse. Però queste assicurazioni non hanno una copertura assicurativa tale da tutelare la mia auto in caso di incidente”.

Anche SoloGossip è sbarcato tra le news di Google, Seguici da QUI con un CLICK!