Proprio nel giorno del suo compleanno, Fedez annuncia che il suo piccolo Leone ha dovuto subire un piccolo intervento all’orecchio. Ci è parso preoccupato, il rapper, che per la prima volta mette da parte gli scherzi e i giochetti e stringe a sé il suo piccolo figlio.

Poi, su Instagram, pubblica questo post: “Oggi Leo si è dovuto sottoporre ad un piccolo e veloce intervento per risolvere un lieve problema di udito, nulla di grave fortunatamente. Sarà un pensiero scontato e banale lo so, però passare una giornata in un ospedale pediatrico rende ancor più vero e tangibile il buon vecchio detto ‘quando c’è la salute c’è tutto’. Mi rendo conto di essere fortunato, ma oggi forse, riesco ad apprezzarlo un po’ di più”.

Piccolo problema all’udito

Si trattava di un po’ di liquido che si era stanziato all’interno dell’orecchio. Il piccolo Leone poteva avere qualche problema in futuro, come spiegano papà Fedez e mamma Chiara Ferragni sui social. Adesso, era tutto ok. Il bambino non aveva alcun problema, però, in via preventiva, andava rimosso quel liquido. Adesso sta bene. E’ già a casa, tra le braccia di mamma e papà che, anche se si trattava di una sciocchezza, un po’ si saranno sicuramente preoccupati. “Oggi mi sento un po’ più fortunato” ha infatti scritto Fedez nel suo post su Instagram. Già, bisogna ricordare che tanti bambini soffrono per patologie anche gravi ed è la cosa più brutta che ci sia per un genitore, forse più che per il bambino stesso. Leone, tuttavia, è a posto. Molto coraggioso, pare non abbia nemmeno accusato il colpo.

Anche Chiara Ferragni ha voluto spiegare cosa è successo al piccolo Leone: “Questa mattina il nostro piccolo Leo ha avuto un piccolissimo intervento al Children’s Hospital per mettere dei tubicini nelle orecchie per poter eliminare del liquido che ha dalla nascita e che, nel lungo tempo, gli avrebbe potuto causare perdita di udito.  La sua operazione era molto semplice e lui sta bene ed è già a casa con noi. Vedere però tantissimi genitori salutare i propri bambini che dovevano sottoporsi ad interventi ben più invasivi (alcuni a cuore aperto) mi ha fatto piangere tutto il tempo e mi ha fatto capire, ancora una volta, che se si e’in salute non ci si può lamentare. È veramente la cosa più importante al mondo, e rende tutto il resto secondario. E da quando sono una mamma vedere altri bambini soffrire mi fa fermare il cuore. Sto postando queste parole per ricordare a me in primis quanto siamo fortunati, ogni giorno”.