Antonio Mezzancella
Antonio Mezzancella risponde alle polemiche sorte nelle ultime ore

Antonio Mezzancella mette fine alle polemiche spiegando che all’interno del programma c’è un clima molto sereno e che tra i concorrenti non c’è alcuna rivalità.

Antonio Mezzancella è uno dei personaggi del momento: Tale e Quale Show, programma in onda su Rai Uno, gli dando la possibilità di mettersi in mostra e farsi valere. Alla conduzione, Carlo Conti che, non ha mai nascosto la sua approvazione nelle esibizioni di Antonio. Non solo, anche i giudici, tra cui Vincenzo Salemme e Panariello hanno più volte ribadito di essere rimasti a bocca aperta per le sue esibizioni. Ad ora, ha già vinto due puntate su cinque ed è tra i preferiti per diventare il vincitore del programma.

Non sono mancate delle polemiche, tuttavia, sulla partecipazione di Antonio Mezzancella e Giovanni Vernia al programma. In molti sostengono, infatti, che i due – essendo imitatori professionisti – partono avvantaggiati e questo potrebbe sfalsare il format del programma. Così, la nostra redazione ha contattato Mezzancella in esclusiva per i lettori di Sologossip, il quale ha voluto rispondere così: “Non ci dovrebbe essere alcuna polemica in quanto non è il primo anno che accade, ci sono sempre stati imitatori. Già cinque o sei edizioni fa c’erano imitatori nel programma, la polemica doveva partire sin da allora. Mi hanno chiamato per partecipare alla trasmissione e ho risposto subito sì, volentieri. C’è un bellissimo clima all’interno del programma. Non lo viviamo come una competizione, ma un’opportunità per metterci in mostra. Non sento la pressione dei miei compagni di viaggio, non c’è rivalità”. 

Antonio Mezzancella
L’imitazione eccezionale di Eros Ramazzotti ad opera di Antonio Mezzancella

L’intervista ad Antonio Mezzancella

Nato a Perugia… cosa ti è piaciuto di più della tua infanzia? “Da piccolo abitavo a Perugia, in periferia. E mia nonna era una di quelle che negli anni ’50 hanno cominciato a lavorare per prima alla Perugina. Adesso abito a Roma. Ogni tanto torno a Perugia, lì ci sono le mie figlie, i miei posti. Tutto quel verde. Ci torno perché è bello tornare nei posti in cui si è cresciuti”.

Ci racconti Antonio Mezzancella da bambino? “Ero un bambino tranquillo, normale. Amavo lo sport. Ho fatto basket e pallavolo. I miei amici andavano in discoteca ed io invece andavo a dormire perché ero stremato. Tra l’altro, devo ammetterlo, non amavo la discoteca”.

Mamma e papà – “Sono stati importantissimi per me e lo sono ancora. Hanno creduto forse più di me in questo mio lavoro. Io lavoravo in un negozio d’abbigliamento per motociclisti, avevo uno stipendio fisso e mi andava bene. Poi, nel week end, mi dilettavo a fare il cabarettista. Insomma, non volevo dipendere dai miei genitori. Loro, però, mi invogliavano a lasciare quei lavori per farmi buttare a capofitto in questo lavoro da showman”.

LEGGI ANCHE —> Chi è Antonio Mezzancella: età, carriera e vita privata

Cosa fai prima di entrare in scena? “Sono tranquillo. Faccio esercizi per riscaldare la voce. Ma niente di che. Cerco di rimanere concentrato. Le gambe mi son tremate durante l’esibizione in cui ho imitato Baglioni. L’emozione è stata forte”.

Appassionato di moto – “Ho una moto che non accendo da due anni. Non ho proprio tempo. Ce l’ho a Perugia. E’ una VFR 800, ci ho fatto tanti chilometri, mi sono divertito. Adesso, però, ho un auto. Sono sempre in giro per spettacoli”.

Anche SoloGossip è sbarcato tra le news di Google, Seguici da QUI con un CLICK!

di Marco Galiero