La dieta mima-digiuno di Valter Longo
La dieta mima-digiuno di Valter Longo prevede consumo di frutta

Valter longo si conquista un posto tra i 50 più grandi influencer del mondo con la sua dieta mima digiuno.

Valter Longo, un nome che diventerà sempre più popolare grazie alle sue ricerche in tema di nutrizione. La sua dieta mima-digiuno o anche nota come “dieta della longevità” è arrivata oltre Oceano e soprattutto ai redattori del popolare settimanale Time. Il suo impegno negli studi di giuventologia, la medicina del futuro che si occupa di mantenere il corpo sempre giovane, è stato un vero e proprio successo. Il suo curriculum è ricco di ricerca e di tanta esperienza: ben 25 anni di militanza sul campo. Le sue ricerche sulla longevità sono state realizzate tra l’Istituto Ifom di Milano e il Longevity Institute dell’Università del Suc della California. Di certo non è stato il primo a trattare l’argomento: se ne parla infatti fin dalla nascita stessa dell’uomo. Ma lui ha approfondito gli studi sul meccanismo che regola la fase giovane della vita, ovvero prima dei 40 anni, e che consentirebbe una vita più lunga e più sana.

LEGGI ANCHE: –> Ecco la “Dieta di Dio” per perdere peso

LEGGI ANCHE: –> DIETA: gli errori che facciamo tutti quando vogliamo perdere peso

Valter Longo: cosa fa la sua dieta mima-digiuno

La dieta mima digiuno di Valter Longo ha dimostrato di riuscire a proteggere il nostro corpo dall’attacco di numerose patologie. E soprattutto la sua funzione si basa sul rinnovamento cellulare dell’intero organismo. La definizione “mima digiuno” vuole indicare un periodo di tempo, programmato e preciso, nel quale il regime della dieta deve essere perfettamente seguito. Ma vediamo nel dettaglio cosa fare per seguire i precetti di questa dieta.

Tra gli alimenti che dobbiamo assolutamente eliminare dalla nostra alimentazione quotidiana vi sono gli zuccheri, a meno che non si tratti di fruttosio contenuto appunto nei frutti, ma soprattutto le proteine della carne, del latte e dei latticini. Il pesce può esserci sulla nostra tavola ma non più di tre volte a settimana: sarebbe preferibile comprarlo fresco e non di allevamento. Non devono mancare legumi, carboidrati complessi e grassi insaturi provenienti da noci, mandorle e olio evo. Per chi fosse interessato a seguire la dieta del dott. Longo, egli stesso ha messo a disposizione sul mercato un kit che contiene tutti gli alimenti da consumare nella fase “mima-digiuno”.

F. Ciardi

Anche SoloGossip è sbarcato tra le news di Google, Seguici da QUI con un CLICK!