Keiichiro Kimura, padre de L’uomo tigre, muore ad 80 anni.

Addio Keiichiro Kimura: padre de “L’uomo tigre”

Keiichiro Kimura, nato il 5 aprile del 1983, è stato un animatore giapponese. Durante il periodo scolastico, Keiichiro Kimura mostra grande passione per le discipline sportive. La prestanza fisica e un atteggiamento da ribelle e bullo,intimoriscono insegnanti e amici, i quali arrivano a sospettare che Kimura sia un membro della yakuza, organizzazione criminale suddivisa in bande. La vera passione di Keiichiro è, però, il disegno e, dopo il conseguimento del diploma, migliora il proprio stile e riesce a vincere un concorso artistico. Successivamente, si iscrive ad un istituto d’arte ma ha molte difficoltà a superarne gli esami. Dopo una parentesi nel mondo dell’animazione, nel 1969 viene gli viene affidato il primo incarico da character design: “L’Uomo Tigre”.

Keiichiro Kimura, padre de “l’uomo tigre”, muore ad ottant’anni

Keiichiro Kimura muore il 19 ottobre 2018, ad ottant’anni, per un infarto miocardico. Tutti lo ricordiamo per essere stato l’ideatore de “L’uomo tigre”. Keiichiro, tra l’altro,  aveva animato anche la sigla iniziale del cartone. La storia del lottatore con la maschera da tigre, fonte di ispirazione per moltissimi wrestel, addestrato nella Tana delle Tigri è diventato un vero e proprio mito di quegli anni. Tanto da creare moltissimi fan anche in Europa. Negli ultimi anni, tra l’altro, il manga dell’Uomo Tigre ha conosciuto una nuova ondata di popolarità in seguito ad una misteriosa donazione per un’associazione di bambini orfani giapponesi, donazione a cui ne sono seguite molte altre a nome di un misterioso “Tiger Mask Movement”. Strano no? L’Uomo Tigre, comunque, è stato uno dei più amati manga arrivati in Italia e ha appassionato tutti i bambini degli anni ’80.  E, infatti, anche nel nostro paese molti utenti sui social lo ricordano con affetto.

Anche SoloGossip è sbarcato tra le news di Google, Seguici da QUI con un CLICK!