Ora solare: ecco quando bisogna mettere le lancette un’ora indietro

Torna l’ora solare: ecco quando

Domenica 28 ottobre tornerà l’ora solare. Alle ore 3.00 le lancette di tutti i nostri orologi dovranno essere spostati un’ora indietro. L’ora legale, invece, rientrerà in vigore il 31 marzo 2019. Secondo le stime preliminari registrate da Terna, la società che gestisce la rete elettrica nazionale, dal 25 marzo 2018, grazie proprio a quell’ora quotidiana di luce, l’Italia ha risparmiato complessivamente 554 milioni di kilowattora. I mesi di aprile e ottobre, mesi che hanno giornate più “corte”, prosegue Terna, hanno registrato il maggior risparmio di energia elettrica. Poiché, spostando in avanti le lancette di un’ora, si ritarda di conseguenza l’utilizzo della luce artificiale, in un momento in cui le attività lavorative sono ancora in piena attività. Adesso però l’Europa potrebbe dire addio al cambio dell’ora.

Il ritorno dell’ora solare e le polemiche riguardanti l’ora legale

Tra sabato 27 e domenica 28 ottobre tornerà la cosiddetta “ora solare”. Il cambio avverrà precisamente alle tre di mattina: in quel momento l’orologio dovrà ritornare alle ore due. Ciò significa che il sole tramonterà un’ora prima, ma ci sarà più luce la mattina. L’ora solare sarebbe quella “naturale”. Mentre l’ora legale è stata introdotta in Italia nel 1916, con il decreto legislativo 631. Fu, poi, abolita e ripristinata diverse volte. Fu approvata con una legge nel 1965, anno in cui il fabbisogno energetico aumentava. Ricordiamo, tuttavia, che è al vaglio della Commissione Europea la possibilità di abbandonare questo sistema. Con la conseguente possibilità di lasciare a ogni singolo stato la libertà di scegliere quale ora adottare. La proposta è arrivata proprio dal presidente Jean-Claude Juncker. E, se fosse accettata, provocherebbe grosse modifiche alle nostre abitudini. Voi continuereste a mantenere questo cambio di orario? O preferite una delle due?

Anche SoloGossip è sbarcato tra le news di Google, Seguici da QUI con un CLICK!