Carlo Giuffré
Carlo Giuffré: con lui se ne va un altro grande artista napoletano

Carlo Giuffré: una vita di teatro e in teatro. Una lunga collaborazione con Eduardo e il fratello Aldo

Oggi un altro pezzo importante del teatro di tradizione napoletano se ne è andato. Il teatro italiano piange un grande artista cresciuto sulle tavole del palcoscenico e formatosi insieme ai “Grandi” del teatro italiano ed internazionale, in primis Eduardo De Filippo. Carlo Giuffré nacque a Napoli quasi 90 anni fa, il 3 dicembre 1928. Dopo gli studi all’Accademia Nazionale di Arte Drammatica a Roma, ha inizio il lungo e fruttuoso sodalizio artistico con il già compianto fratello Aldo, scomparso il 26 giugno del 2010. Dopo due anni i fratelli Giuffré sono scritturati in una delle Compagnie teatrali più ambite e invidiate del palcoscenico italiano, quella di Eduardo. Entrambi hanno la possibilità di farsi notare dal pubblico grazie alla loro bella presenza, alla verve comica e naturalmente alle loro doti attoriali. Negli anni seguenti sarà anche regista dei testi del grande Eduardo quali Le voci di dentro, Napoli Milionaria, Non ti pago!. E tanti ancora saranno i testi che porterà lui stesso in scena da protagonista fino al 2012, con l’eduardiana Questi fantasmi!

LEGGI ANCHE:–> Stasera in Tv, giovedì 31 ottobre una commedia imperdibile: “Perfetti sconosciuti”

Carlo Giuffré: la lunga carriera teatrale e la sua ultima apparizione

Ingrato sarebbe non ricordare il suo impegno nella cosiddetta Compagnia dei Giovani, che accoglieva Giorgio De Lullo, Rossella Falk, Romolo Valli ed Elisa Albani: il loro repertorio si rifarà spesso a Pirandello e Cechov. Anche davanti alla telecamera, Carlo ha dimostrato le sue incredibili doti attoriali. Tanti i film che seguono il filone della cosiddetta Commedia all’italiana: La ragazza con la pistola, Basta guardarla e La signora gioca bene a scopa?

Ma il suo grande amore è rimasto il palcoscenico e fino a quando la malattia non è peggiorata ha lavorato in teatro da protagonista con Il sindaco del Rione Sanità e Questi fantasmi! 

La morte lo ha colto a Roma, all’ospedale San Camillo, dove si era ricoverato pochi giorni prima per l’aggravarsi delle sue condizioni di salute. Con la sua morte Napoli saluta un altro importante tassello del teatro della sua tradizione.

F. Ciardi

Anche SoloGossip è sbarcato tra le news di Google, Seguici da QUI con un CLICK!