Rocco Casalino
Rocco Casalino nella bufera per un video Youtube. Ma è tutto finto

Rocco Casalino, leader del Movimento 5 Stelle protagonista su Youtube

Dalla sua partecipazione al Grande Fratello, Rocco Casalino non ha mai smesso di essere sotto i riflettori e anche, spesso, al centro di bufere mediatiche. Come l’ultima che lo ha coinvolto, a causa di un video su Youtube Arcade TV 7 postato lo scorso anno. Il consulente pentastellato è sempre stato accusato di usare toni troppo spregiudicati e poco attenti alla morale pubblica. E date le premesse, le immagini del suddetto filmato hanno rimpolpato le polemiche a causa delle dichiarazioni contro anziani e bambini affetti dalla sindrome di Down. Casalino, nei panni di un docente nel corso della sua lezione indirizza frasi ingiuriose a anziani e disabili. Parole pesanti che mettono in luce le loro debolezze e fragilità, per le quali il politico mostra di non avere alcuna pietà né interesse. Naturalmente gli esponenti del PD sono intervenuti nel richiedere un immediato licenziamento del portavoce del Movimento 5 Stelle. In realtà si è trattato di un grosso errore, anzi di una vera e propria farsa.

Se vuoi essere sempre aggiornato sulle notizie di attualità CLICCA QUI.

LEGGI ANCHE:–> Marina La Rosa racconta Rocco Casalino: “Era un mio ‘slave’”

Rocco Casalino: frasi offensive e discriminatorie. Ma è solo finzione

Nel guardare attentamente il video però si può notare che sulla lavagna della fantomatica aula, c’è la scritta: “Centro Teatro Attivo”. Un corso di recitazione dunque, lo stesso che ha frequentato Casalino tredici anni fa e nel quale è tornato per cimentarsi in un nuovo ruolo. Una sfida piuttosto pericolosa quella accettata dal portavoce dei 5 Stelle, che ha mostrato un carattere snob e classista. Naturalmente era del tutto falso, ma ci hanno creduto in tanti o meglio tutti quelli che non avevano visto il video integrale. Infatti solo nella parte finale è mostrata la scritta riferita al centro di produzione teatrale. Nelle immagini mostrate la lezione si svolgeva all’interno di una sala dove Casalino, nei panni di un docente snob, classista e xenofobo ha dimostrato come talvolta si è capaci di sostenere posizioni politicamente scorrette, crudeli e prive di razionalità. Una bella trovata e socialmente valida, che ha evidenziato come si debbano analizzare accuratamente i discorsi anche quando le persone si mostrano convinte di ciò che dicono. Inoltre lo stesso Casalino, spesso autore di frasi infelici in seguito a tragedie devastanti come il crollo del Ponte Morandi, stavolta ha dimostrato di essere un bravo attore nell’interpretare chi non “si dovrebbe mai essere”.

F. Ciardi