Amazon
Amazon, scatta la protesta dei sindacati all’indomani del Black Friday: situazione molto tesa.

Si avvicina il Black Friday e proprio poco prima della settimana di sconti scoppia la grana per Amazon. Forte protesta da parte dei sindacati, che denunciano delle condizioni di lavoro per i dipendenti “inaccettabili”.

Non è oro tutto quel che luccica. Si potrebbe sintetizzare in questo modo la situazione interna ad Amazon, perché al momento l’e commerce da un lato continua a raccogliere consensi e ad aumentare le sue vincite su scala planetaria, ma dall’altro deve registrare dei problemi, anche piuttosto seri, per quanto riguarda i suoi dipendenti.

Già, perché proprio in vista del tanto atteso Black Friday, tra i momenti più caldi, rischia di esplodere una grana pericolosa. Già, perché i sindacati Cgil,Cisl, Uil e Ugl hanno puntato il dito contro il colosso del web per le condizioni che vengono imposti ai lavoratori, e nello specifico a quelli dello stabilimento di Castel San Giovanni. In particolar modo, a finire nel mirino sono gli orari notturni, che costringono i dipendenti a sacrifici fuori dal comune.

Per sapere tutto sullo sconfinato mondo di Amazon e su tutte le nuove offerte, allora CLICCA QUI!

Dura protesta dei sindacati contro Amazon

proprio in virtù di tutto ciò molti sindacati si sono espressi con termini piuttosto duri nei confronti della società fondata da Bezos.

Queste alcune considerazioni: È inaccettabile che i lavoratori siano obbligati per ben quattro settimane a lavorare sei giorni su sette di notte per totalizzare le 40 ore contrattuali. Sono gli stessi lavoratori che hanno dato la volontarietà sul turno notturno sulla base di una programmazione oraria chiaramente definito dall’accordo per cinque giorni su sette”.

Dunque, il tutto nasce dal mancato rispetto, da parte di Amazon, di accordi presi in passato. In virtù di ciò, si è optato per lo stato di agitazione ed il blocco, almeno per il momento, degli straordinari nello stabilimento in provincia di Piacenza.

Leggi anche -> Amazon, parte una nuova era: inizia la collaborazione con Apple!