Alessandro Gassmann
Alessandro Gassmann ne I bastardi di Pizzofalcone

Alessandro Gassman: gli inizi della carriera e quel periodo buio in cui ha affrontato la malattia.
Figlio del celebre Vittorio Gassmann e dell’attrice Juliette Maynel, Alessandro nasce a Roma nel 1965. Date le sue origini, si è trovato ben presto catapultato in un mondo, quello del teatro, che lo ha sempre affascinato molto. Debutta 17 enne proprio con il padre in Di padre in figlio ed è suo alunno alla Bottega Teatrale di Firenze. Nel 1996 inizia la collaborazione artistica con Gianmarco Tognazzi, parallela a quella che ebbero i loro padri. Nel 1997 il cinema gli apre le porte con Fernan Ozpetec in Il bagno turco. Oltre ad essere un bravo attore è anche un bellissimo uomo: posa per Yves Saint Laurent, per il calendario Max ed è il volto di alcune pubblicità. Non disdegna la fiction: è in Tv con Piccolo mondo antico, Le stagioni del cuore e La sacra famiglia. Il cinema italiano lo premia con un Davide di Donatello, un Ciak d’oro e un Nastro d’Argento nel 2008 per Caos Calmo. 

Se vuoi scoprire tutte le curiosità e le news su tutti i Vip CLICCA QUI.

LEGGI ANCHE:–> Ascolti Tv, Stallo Grande Fratello Vip: I bastardi vincono ancora

Alessandro Gassmann: la moglie, il figlio e la vita privata

Oltre ad essere stato direttore del Teatro stabile del Veneto “Carlo Goldoni”, Alessandro ha anche avuto una breve parentesi da conduttore a Le Iene: impegno durato solo cinque puntate, nelle quali ha sostituito il collega Luca Argentero. Molto attivo nel mondo del teatro, lavora spesso come regista di tante produzioni che girano tutta l’Italia. Grandissimo successo di ascolti ha avuto la fortunata serie de I bastardi di Pizzofalcone, di cui è protagonista nel ruolo dell’Ispettore Lo Jacono, e che lo ha fatto conoscere ed apprezzare anche dalle ultime generazioni.

La sua vita privata è sempre stata lontana dalle luci della ribalta, ma suo figlio è ormai un volto noto dello spettacolo. Nel 1998 sposa Sabrina Knaflitz, attrice di cinema e teatro. La tanto invidiata compagna di vita di Alessandro è stata anche diretta dal suocero Vittorio nel film Camper. Ma la vera rivelazione sembra essere il figlio, Leo, che si è fatto conoscere dal grande pubblico per la sua partecipazione alla dodicesima edizione del talent X-Factor. Insomma una famiglia di artisti quella di Gassmann, che si dichiara molto fiero del figlio per i consensi ottenuti come cantante.

La malattia e quei continui attacchi di panico

Nell’intervista rilasciata a Domenica In, l’attore ha spiegato di aver attraversato momenti difficili che l’hanno portato a sfiorare la depressione. Momenti in cui si sentiva un fallito. Aveva 19 anni e suo padre cercò di distrarlo portandolo a teatro, anche se Alessandro non aveva mai creduto in questo lavoro.  “Amavo stare molto da solo e nella natura. Mi iscrissi anche ad agraria, poi mi capitò questo mestiere ma all’inizio non ci credevo molto”, dice durante l’intervista. Poi, racconta di quegli attacchi di panico continui che l’hanno costretto a prendere dei farmaci: “Continuo a essere spaventato; più che al cinema al teatro, faccio ancora fatica a entrare in scena, ma ho trovato la soluzione nel fare la regia”.