Di Maio
Reddito di cittadinanza, spuntano nuovi dettagli sulle cifre di questa legge.

Reddito di cittadinanza, cifre ed ulteriori dettagli: tutte quello che c’è da sapere sulle ultime novità.
Siamo al cospetto, in questo caso, di quello che da molti è considerato come il fiore all’occhiello di questo Governo mentre, per la rimanente parte, è l’elemento di maggiore criticità. Stiamo parlando, ovviamente, del cosiddetto “reddito di cittadinanza”, atteso da tantissime famiglie per superare le difficoltà di natura economiche a lavorative.

Ebbene, se tutto andrà per il verso giusto diventerà realtà prossimamente, a marzo per la precisione, e c’è tanta curiosità di conoscere i dettagli di questo provvedimento. Soprattutto in termini di natura economica. Se è vero come è vero che l’assegno di base è pari a 780 € e che può variare secondo vari parametri (casa di proprietà et similia), lo stesso può aumentare. E può farlo, per ovvie ragioni, a determinate condizioni che adesso andremo ad illustrare

Per conoscere tutto sulle manovre da parte del Governo e sul reddito di cittadinanza, CLICCA QUI!

Reddito di cittadinanza, le cifre

L’assegno dato a tutti coloro che sono al di sotto della soglia di povertà partirà da una base, come detto, di 780 € e salirà a determinate condizioni. Già, perché la quota per ogni figlio presente nel nucleo familiare è pari a 156 € al mese. In caso di coniuge a carico è invece di 302 € mensili. Altro aspetto per niente da sottovalutare è quello relativo al taglio previsto nel caso ci sia una casa di proprietà.

In tal caso, saranno decurtati 300 € dall’assegno. Stando alla legge di bilancio, la cifra stanziata per questo provvedimento per il 2019 è di poco inferiore ai 6 miliardi di euro, mentre nel 2020 salirà a 9 miliardi. Cresce l’attesa, dunque. Gli italiani aspettano il concretizzarsi di questo provvedimento che si aspettano da anni. Anche per questo è stato votato quasi con un plebiscito il Movimento 5 Stelle.

Leggi anche -> Reddito di Cittadinanza, Di Maio: “Ecco quando partirà, ho un timore”