Silvia Toffanin a Verissimo
Confessione choc a Verissimo da parte di una VIP: “Io sono stata vittima di molestie”.

Verissimo, confessione choc di una ex gieffina: “Io sono stata vittima di molestie”.
Sempre molto toccanti e per niente banali le interviste realizzate da Silvia Toffanin a Verissimo. La presentatrice, infatti, ha il dono di mettere talmente a proprio agio i suoi ospiti che questi si sentono liberi di raccontare aneddoti tenuti nascosti ed in maniera anche gelosa. Ed anche ieri la bella Silvia ha dimostrato questa sua attitudine. Ieri, tra gli ospiti, c’era anche Marina La Rosa, ex concorrente del “Grande Fratello” in una delle edizioni più memorabili in senso assoluto.

Ebbene, la bella donna ha raccontato alcuni retroscena “inediti” fino a questo momento. Ed in particolar modo uno ha attirato l’attenzione di tutti dal momento che si tratta di un tema molto caldo negli ultimi tempi: le molestie a sfondo sessuale. Di seguito le dichiarazioni che devono far riflettere tutti.

Per sapere tutto e gli ultimi sviluppi in tempo reale su “Verissimo”, allora CLICCA QUI!

Verissimo, la confessione sbalorditiva di Marina La Rosa: “Vittima di molestie”

Racconto davvero choc quello fatto dalla ex concorrente del “Grande Fratello”, che dopo anni ha trovato il coraggio di parlarne in diretta televisiva. E le sue parole sono un invito a tutti a ragionare:

Prima di partecipare al Grande Fratello sono stata vittima di molestie. C’era questo personaggio abbastanza orrido che mi diceva della sua intenzione di voler creare un gruppo musicale. È accaduto tutto in modo molto spiacevole. Per anni non sono riuscita a dirlo a nessuno, non ero in grado e non avevo la lucidità di denunciare e nemmeno di parlarne. Stranamente mi sentivo anche in colpa. Ci sono donne che si prestano a queste cose, ma ciò non può far sentire un uomo in diritto di farle. A volte è difficile prendere la decisione di denunciare queste persone, soprattutto se, come nel mio caso, sono famose”.

Leggi anche -> Jane Alexander a Verissimo: “L’ho lasciato e ho smesso di bere, voglio Elia”