Domenica In, duro scontro tra Briga e Crepet: “Non è colpa di Sfera!”

Briga in diretta a “Domenica In” si scontra con Crepet sui fatti di Corinaldo: “Non è colpa di Sfera Ebbasta”.

Domenica In, duro scontro Briga – Crepet: “Non è colpa di Sfera Ebbasta”.
Senza ombra di dubbio alcuno al momento il tema più caldo è quello relativo alla tragedia avvenuta a Corinaldo. Per riepilogare, durante il concerto di Sfera Ebbasta in provincia di Ancona, ci sono stati attimi di tensione per ragioni ancora da appurare e che hanno portato al crollo di una passerella ed alla morte di sei persone. Il tema è stato affrontato ieri in studio anche a “Domenica In” e tra gli opinionisti c’era Paolo Crepet ed il rapper Briga. Che, ovviamente, avevano posizioni diametralmente opposto.

Chiara l’idea che si è fatto il primo: “Dobbiamo dare ai nostri figli esempi di passione, di cose semplici e positive. Non si può parlare di alcol, droghe, morte e carrozzelle per tutta la vita. Se io scrivo in un testo che devo scolarmi una bottiglia di rum e correre a 180 all’ora, c’è qualcosa che non va. I cantanti hanno delle responsabilità”.

Per essere sempre aggiornato sulle ultime novità che arrivano dal mondo della musica e relative al rapper Briga, CLICCA QUI!

Domenica In, forte la posizione di Briga su Sfera Ebbasta

Di avviso diametralmente opposto il rapper, che ha espresso in maniera altrettanto chiara la sua posizione: “Ci sono artisti che da sempre non conducono una vita non proprio esemplare. Magari parlano anche di questo nelle canzoni, e adesso dobbiamo parlare dei messaggi che veicola un trapper dopo una tragedia del genere? Noi abbiamo certamente una responsabilità, ma sono delle responsabilità minori rispetto a quello che un genitore ha nei confronti di un figlio. Io non mi sento di dire che è colpa di Sfera Ebbasta. A questo punto perché non smettiamo di parlare di film violenti o che parlano di supereroi?”

Leggi anche -> Domenica In, Max Biaggi e la frecciatina choc: “Ho eliminato il superfluo”