sanremo-giovani-2018-pippo-baudo-concorrenti

Sanremo Giovani, conferenza stampa, Pippo Baudo: “Questi concorrenti di Sanremo Giovani 2018 hanno tantissimo coraggio”.
Oggi, 19 dicembre 2018, si è svolta la conferenza stampa di presentazione di Sanremo Giovani 2018. Pippo Baudo e Fabio Rovazzi hanno così raccontato come si svolgeranno le serate della gara, gli ospiti e la giuria che decreterà i due vincitori.

Leggi anche –> Sanremo Giovani 2018: bufera sui concorrenti, arriva una squalifica

Sanremo Giovani 2018: Pippo Baudo “Concorrenti pieni di coraggio”

Pippo Baudo, durante la conferenza stampa ha voluto fare un plauso particolare ai ragazzi di Sanremo Giovani: “Oggi ci sono troppi talent, un tempo c’era spazio solo qui per i ragazzi emergenti. Oggi, ogni giorno c’è un talent quindi bisogna applaudire nuovamente questi ragazzi che hanno avuto il coraggio di provare e riprovare. Un tempo trovare personaggi nuovi era più facile, ora, ripeto, ci sono troppi talent. I cantanti venivano da me con prodotti definiti”. Fabio Rovazzi poi ha aggiunto: “Ho visto moltissimi ragazzi straordinari, sarà una vetrina utile per tutti perché sono sicuro che arriveranno al top. Poi, devo dirlo, il livello è altissimo, anche perchè non ci sono io che canto” ironizza in chiusura Fabio Rovazzi.

Volete sapere tutto sulle ultime news di attualità e dei vostri personaggi preferiti del mondo dello spettacolo? Allora CLICCATE QUI.

Sanremo Giovani 2018: volete sapere il difetto di Pippo Baudo?

Durante il momento dedicato alle domande, viene chiesto ai due conduttori di Sanremo Giovani 2018 un difetto l’uno dell’altro. Tra i due, però il feeling è alle stelle e c’è spazio solo per una simpatica battuta: “Il difetto di Pippo Baudo? È troppo alto, nelle foto rimane sempre e solo lui!”. Alla domanda se l’anno prossimo Fabio Rovazzi abbia intenzione di partecipare al Festival il conduttore di Sanremo Giovani risponde: “Le mie canzoni sono da vedere, senza il video sono un po’ perse, sicuramente se mai dovessi partecipare dovrei fare qualcosa che funzioni senza video, trovare un linguaggio diverso”.