L'Amica geniale
Il regista Saverio Costanzo annuncia la preparazione della seconda stagione. E risponde alle critiche.

Dopo il clamoroso successo della prima stagione arriva la seconda parte della fiction L’amica geniale. Lo annuncia il regista Saverio Costanzo.
A marzo riprenderanno le riprese per una nuova, lunga e di certo impegnativa stagione della fiction che ha avuto enormi consensi di critica e di pubblico. Stiamo parlando naturalmente de L’amica geniale, tratto dal romanzo omonimo della scrittrice ‘ignota’ Elena Ferrante. Lo ha confermato il regista Saverio Costanzo, figlio del celebre Maurizio, alla conferenza stampa che si è tenuta nei giorni scorsi a Villa Pignatelli a Napoli. Costanzo ha già annunciato che la seconda stagione sarà in preparazione dal prossimo anno, a marzo. Le riprese dureranno ben sei mesi ma grandi novità attendono le protagoniste Lila e Lenù. Innanzitutto cambia l’ambientazione. Gran parte delle scene sarà sempre girata nel ricostruito Rione Luzzatti, che è entrato nel cuore degli spettatori. Non mancheranno le immagini di Ischia e alcune scene avranno come sfondo la periferia di San Giovanni a Teduccio.

Se sei fan de L’amica geniale e vuoi conoscere tutte le curiosità sui protagonisti della fiction CLICCA QUI.

LEGGI ANCHE:–> L’amica geniale: l’amicizia tra le due protagoniste nella vita reale

L’amica geniale: le parole del regista dopo la polemica per le scene tagliate

Grande successo e consenso della critica per la regia, i protagonisti e la storia stessa, ma non sono mancate le polemiche. In particolare nei giorni scorsi, in molti hanno lamentato al regista il fatto di aver tagliato alcune scene piuttosto esplicite come quelle dell’approccio di Donato Sarratore nei confronti di Lenù. Altra scena eliminata alla visione del pubblico Rai è stata quella del bagno che Lila fa prima delle sue nozze, proprio mentre parla con la sua amica di sempre. Polemiche su cui il regista Costanzo non ha potuto sorvolare: ai microfoni ha spiegato che se fosse dipeso da lui non le avrebbe mai tagliate. Sebbene il racconto, secondo lui, con quelle scene sarebbe stato più lineare, Costanzo non ha accettato di buon grado la decisione dei vertici Rai. La loro scelta di tutelare il pubblico dei loro utenti è insindacabile e per coloro che vogliono vedere la versione integrale delle scene c’è la possibilità di farlo su HBO e Timvision.