Dieta
Errori da non commettere nella dieta post feste

La dieta post feste: questi sono gli errori da non commettere assolutamente
Tutti a dieta dopo le feste di Natale: ormai è la prassi. E’ così che vanno le cose. Prima si mangia e ci si abbuffa sproporzionatamente e poi, si cerca di correre ai ripari a qualunque costo. Ma, siamo sicuri che valga la pena imbattersi in diete non del tutto appropriate che possono soltanto far male alla salute? Beh, facciamoci due conti. Innanzitutto, come ben saprete, prima di iniziare qualsiasi dieta o adottare un qualsivoglia regime alimentare, è assolutamente necessario consultare un nutrizionista, un dietologo o un medico. Le persone affette da malattie come colesterolo, diabete, ipertensione e quant’altro, devono fare tantissima attenzione in quest’ambito. Ma non solo loro devono tenere sott’occhio l’alimentazione, sia chiaro.

LEGGI ANCHE —> Dieta, cosa mangiare dopo capodanno per ridurre la pancia

Dieta dopo Natale: due errori da non commettere

Sono stati proprio gli esperti dell’Istituto superiore di sanità (Issalute.it) in collaborazione con l’Adnkronos Salute a trattare l’argomento. E, a tal proposito, hanno stillato una piccola lista di cose a cui fare attenzione prima di tornare ad una corretta alimentazione post Natale.

Per conoscere tutti i consigli utili legati all’alimentazione e per sapere sempre quali sono le ultime novità che arrivano da questo fantastico mondo, soprattutto sul cibo italiano, allora CLICCA QUI!

  • Non saltare i pasti. Mai, mai e poi mai saltare i pasti durante il giorno. Lo dicono gli esperti di Issalute.it e non solo. La teoria va d’accordo con le regole dettate dai dietologi. Saltare il pasto provoca cali di zuccheri nel sangue e dunque l’aumento del desiderio di cibo.
  • Mangiare poco, più volte al giorno. Ecco, proprio per lo stesso motivo, bisogna mangiare più volte al giorno.
  • In molti commettono il grave errore di ricorrere a barrette energetiche e a pasti sostitutivi per limitare la fame. E’ sbagliato. Gli esperti dell’Iss lo sostengono con fermezza: nessun prodotto dovrebbe sostituire, se non per periodi limitati e all’interno di un regime dietetico ipocalorico controllato, un pasto completo.
  • Leggi anche -> Come funziona la dieta mima digiuno: 800 calorie in 5 giorni