Claudio Baglioni
Sanremo 2019 è ormai alle porte ma ora il direttore artistico Claudio Baglioni finisce nella bufera: è accusato, infatti, di conflitto di interessi e nasce uno scontro tra la RAI e Striscia la Notizia.

Sanremo 2019, accuse di conflitto di interessi per Baglioni: è polemica.
Un vero e proprio fulmine a ciel sereno. Certamente per Claudio Baglioni ma anche per Sanremo e per tutto il mondo RAI. Nelle ultime ore, grazie ad un lavoro di inchiesta condotto dai giornalisti di Striscia la Notizia, è emerso un presunto e possibile conflitto di interessi per il direttore artistico dell’edizione del festival della musica italiana ormai alle porte. Perché? Ecco svelato il motivo.

I contratti che riguardano il servizio pubblico prevedono che non ci siano relazioni tra coloro che devono selezionare e gli artisti che finiranno all’interno del festival di Sanremo. Il famoso cantante, però, ha selezionato degli artisti che, però, si trovano sotto la stessa etichetta discografica a cui anche lui appartiene. Vale a dire la Friends & Partners (F&P) di Ferdinando Salzano. Sono diversi i cantanti in concorso che prenderanno parte a questo festival e che sono registrati sotto questo marchio. Da Achille Lauro a Paola Turci passando per Nek, Il Volo e Nino D’Angelo.

Per conoscere in tempo reale tutto quello che c’è da sapere sulla edizione numero 69 di Sanremo ormai alle porte e sul direttore artistico Claudio Baglioni, finito al centro di un polverone, allora CLICCA QUI!

Sanremo, conflitto di interessi per Baglioni? La RAI smentisce

Con un duro comunicato, la RAI ha categoricamente smentito queste voci relative a Claudio Baglioni. Ecco alcuni estratti: L’esclusione di qualsiasi conflitto di interessi è una condizione imprescindibile per la Rai nella stipula di tutti i contratti di collaborazione. […] A garantire poi la trasparenza e l’imparzialità delle scelte è la caratura artistica e professionale di Baglioni”.

Pinuccio, nel suo servizio in onda su Striscia La Notizia, ha parlato in questo modo: “Nel comunicato RAI si dice che Baglioni non può avere conflitto di interessi per caratura artistica e professionale. Ma è una caratteristica soggettiva. La RAI dice anche che l’agenzia in questione non gestisce gli artisti in toto, ma solo i concerti. Almeno per molti di loro. Ma questi sono il nucleo di interesse degli artisti e quindi qui ci può essere il conflitto”. Tra l’altro la cifra che intascherà Baglioni non è nemmeno di poco conto

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore