Sangria
La sangria è in senso assoluta una delle bevande alcoliche più amate a livello mondiale: nata in Spagna, è apprezzata ovunque. Scopri qui una guida su come prepararla e come servirla.
Fonte foto Instagram

Sangria: Come si fa | Come si beve | Come si serve | Procedimento veloce
Si tratta, probabilmente, della bibita ideale per una serata in compagnia di amici. E’, infatti, oltre che molto buona, anche semplice da preparare, dal momento che non richiede particolari doti di barman. Scegli un vino che sia giovane e che non abbia un gusto troppo forte e che sia già di suo dolce. Quella tradizionale si prepara col vino rosso, ma in Catalogna esiste anche la variante che prevede il vino bianco. In tal senso, la scelta spetta a voi.

Per quanto riguarda la frutta, occorrono pesche, mele, arancia e limone, oltre che un po’ di succo d’arancia. In tal senso, meglio spremere dei frutti, ma in alternativa si può ricorrere anche a quelli confezionati. Aggiungete, poi, delle spezie: stecche di cannella e qualche chiodo di garofano.

Per conoscere in tempo reale tutte quelle che sono le principali curiosità che arrivano dal mondo dei social ma anche su quello della vita di tutti i giorni, quella concreta, allora CLICCA QUI!

Sangria: procedimento e come si serve

Andiamo a vedere la preparazione vera e propria. Versate mezzo litro di vino (rosso o bianco) e mescolatelo con 120 grammi di zucchero, 2 stecche di cannella e 4 chiodi di garofano. Tagliate, poi, la frutta di cui prima a cubetti. A questo punto, aggiungete il succo di arancia e 50 grammi di brandy o di cointreau. Il preparato, poi, va lasciato riposare per qualche ora o, meglio ancora, per una notte in frigo. Una volta pronta, va servita in bicchieri piuttosto capienti. Mettete prima la frutta con un mestolo e poi la Sangria vera e propria. Dal momento che a qualcuno piace molto fredda, tenete pronti dei cubetti di ghiaccio. Se volete, poi, potete abbellire il tutto con qualche cannuccia o con un po’ di cannella.