Claudio Baglioni, Sanremo 2019, la frecciatina a Pierdavide Carone e alla canzone Caramelle

bisio-sanremo-2019-baglioni-min

Claudio Baglioni risponde alle polemiche sulla canzone Caramelle di Pierdavide Carone.
Il Festival di Sanremo 2019 è cominciato con una conferenza stampa di apertura che è stata all’insegna dei chiarimenti. Sia per via dei conflitti di interessi che sono stati millantati da Striscia La Notizia, sia per quanto riguarda la polemica sulla canzone “Caramelle” esclusa da Sanremo 2019 di Pierdavide Carone e i Dear Jack. Claudio Baglioni, durante la conferenza stampa non ha nemmeno fatto mancare delle battute a riguardo: “Se il direttore della Rai vuole che vinca qualcuno a questo punto me lo dica così lo facciamo vincere no?”.

Se vuoi sapere cosa era successo al brano Caramelle trovi tutto qui:

Baglioni Vs Carone: “Mi sono fatto dei nemici, ma tutti possono credere di essere stati censurati”

Claudio Baglioni così, in risposta alle polemiche che stanno circolando ormai da diverse serate in merito all’eliminazione della canzone Caramelle di Pierdavide Carone e Dear Jack: “Io sono felice e con la coscienza tranquilla per aver cercato tra le 400 proposte di canzoni quelle che meglio potevano rappresentare il nostro Festival. La scelta è caduta su brani che fornissero una fotografia reale della nostra musica corrente, anche perché nella parte tradizionale la colmeremo con dei tributi e duetti che si faranno con gli ospiti. Le canzoni in concorso dovevano essere pronte ad accogliere diversi pubblici. Sapevo che mi sarei fatto 360 nemici e 24 amici perché sono colui che non li ha fatti arrivare al festival aumentando il calore del risentimento. Ma questo è anche il nostro compito. Le commissioni sono fallibili, tutti potrebbero far ascoltare il loro pezzo pensando che non sia stato capito o censurato, ma allora faremmo trentamila sottofestival”. Chiude così, con eleganza, ma senza possibilità di replica il direttore artistico Claudio Baglioni.