Vieni da Me, Luca Ward: “Mio padre è morto e non ho avuto tempo di piangere”

luca-ward-padre-morto-vieni-da-me-min

Luca Ward è stato oggi ospite a Vieni da Me di Caterina Balivo e ha raccontato durante il gioco della cassettiera un po’ di lui e della sua infanzia.
L’incontro è stato particolarmente intenso perché l’attore e doppiatore ha proprio “scoperto” degli altarini privati molto pesanti. Luca Ward ha raccontato della sua infanzia ad Ostia e del suo amore per il mare: “Sono stato messo su una barca quando avevo praticamente 7 mesi e ci sono sempre stato a bordo. Il mare è una cosa meravigliosa che fa parte della mia vita, lo amo tantissimo. Al mare andavo con i miei fratelli”.

Leggi anche: Vieni da Me, Facchinetti: “A Sanremo 2019 è successo qualcosa di scandaloso”

Vieni da Me, Luca Ward e la morte del padre

Luca Ward a Caterina Balivo racconta poi che lui e i suoi fratelli hanno affrontato un lutto pesante: “Abbiamo perso papà presto, avevo solo 13 anni. Mia mamma si è ritrovata da sola a 34 anni senza lavoro. Ha fatto molta fatica, papà era la nostra unica fonte di sostegno, era attore di teatro. Per colpa di un aneurismo è stato in coma due mesi, non ho avuto tempo materiale di piangere, perchè ci siamo dovuti rimboccare subito le maniche. Mia mamma ci venne a prendere a scuola quando morì papà e ci ha fatto capire subito che qualcosa non andava. Mise 5mila lire sul tavolo e disse, abbiamo solo queste: il pomeriggio sono uscito e sono andato a cercare lavoro come facchino in una ditta di traslochi. Abbiamo contribuito tutti per fare qualcosa e contribuire al sostentamento della famiglia.

“Mia mamma – chiosa poi Luca Ward a Vieni da Me- È poi riuscita a tornare in radio e ha cambiato il modo di farla, perché è stata la prima a parlare con il pubblico. Mia madre poi ha ritrovato l’amore da cui è nato il nostro quarto fratello Matello”.

Per conoscere in tempo reale tutto quello che c’è da sapere su Vieni da Me allora CLICCA QUI!