Bruciore di stomaco alimentazione
Bruciore di stomaco (Getty Images)

Alcune semplici regole per combattere il bruciore di stomaco con la giusta alimentazione

Tra i disturbi più frequenti del nostro corpo c’è sicuramente il bruciore di stomaco. Pur essendo un fastidio spesso passeggero, c’è chi accusa dolori allo stomaco quasi ogni giorno. Si parla, in questo caso, di gastrite cronica, più difficile da sopportare, in quanto il bruciore si ripresenta in maniera costante. La cosa certa è che, a prescindere dalle cause, l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale sia per la prevenzione che per la cura di questi sintomi. La scelta degli alimenti nella dieta quotidiana è, infatti, importantissima non solo per proteggere il nostro stomaco da eventuali problemi occasionali, ma anche per alleviare o tenere a bada patologie più gravi. Va però detto che anche la dieta più corretta e mirata, da sola, non fa miracoli. Unendo ad essa uno stile di vita sano e altrettanto corretto, si riduce un altro grande nemico dello stomaco: lo stress.

Leggi anche —> Va in ospedale con forti dolori allo stomaco: operata d’urgenza dopo la scoperta shock

Bruciore di stomaco, i cibi consigliati per evitarlo

I principi nutritivi in assoluto più digeribili e utili ad evitare il bruciore di stomaco sono i carboidrati, consigliati come principale fonte energetica. Attenzione però ai cereali che contengono glutine, spesso causa di intolleranze. Per quanto riguarda le proteine, da evitare la carne rossa, meno digeribile di quelle bianche e del pesce. I grassi non sono da demonizzare: l’olio extravergine, ad esempio, è ricco di composti antiossidanti. L’importante è usarlo prettamente a crudo.

Forse ti interessa anche—>Ha un parassita nello stomaco e ora rischia la vita

Frutta e verdure (soprattutto sotto forma di passato) sono consigliate in ogni dieta, ma da evitare gli agrumi, per via della loro natura acida. Anche le bevande incidono sul benessere del vostro stomaco: via dalle vostre tavole bevande gassate, alcolici, caffè e succhi di frutta. Al di là degli alimenti, è bene ricordare che ciò che più incide sullo stomaco sono i modi e i tempi di cottura. E attenzione ai condimenti!