Stasera in Tv, venerdi 8 marzo: Quarto Grado | Cast | Anticipazioni

Stasera in Tv, venerdi 8 marzo: Quarto Grado | Cast | Anticipazioni
Stasera in Tv, venerdi 8 marzo: Quarto Grado | Cast | Anticipazioni

Stasera in tv, venerdì 8 marzo andrà in onda Quarto grado.
Oltre a Sanremo Young su Rai Uno, NCIS su Rai Due, 7 minuti su Rai Tre, il silenzio dell’Acqua su Canale 5 e Tata Matilda e il grande botto su Italia Uno, verrà trasmesso un nuovo appuntamento condotto da Gianluigi Nuzzi. Di seguito tutti i dettagli.
Questa sera, venerdì 1 marzo alle 21.25, verrà trasmesso su Rete 4 un nuovo appuntamento con Quarto Grado. Il programma dedicato ai casi di cronaca, i misteri e i delitti italiani. Mediaset dunque risponde alla Rai con il programma di Gianluigi Nuzzi e Uomini e Donne la scelta. Mentre sul Rai Uno andrà in onda Sanremo Young condotto da Antonella Clerici, invece su Rai Due ci sarà NCIS. Scopriamo ora nel dettaglio le anticipazioni ed i temi trattati nella puntata di Quarto Grado in onda questa sera.

Per ulteriori news su tutti i programmi di Stasera in Tv, venerdì 1 marzo e tutte le anticipazioni delle serie più amate e più seguite  –> clicca qui

Stasera in Tv, venerdì 8 marzo: Quarto grado | Anticipazioni

LEGGI ANCHE -> Stasera in Tv, venerdì 8 marzo: tutti i film e i programmi in prima e seconda serata

La puntata di Quarto Grado in onda questa sera, venerdì 8 marzo è davvero imperdibile. La puntata si occuperà del caso di Olga Matei, una donna di 46 anni che viveva a Riccione. Olga viene strangolata e uccisa il 5 ottobre del 2016 da Michele Castaldo, un uomo che la frequentava da circa un mese. L’uomo in primo grado è stato condannato a 30 anni di carcere, poi però, lo scorso novembre la Corte d’assise di appello di Bologna ha ridotto la pena a 16 anni. Le motivazioni che hanno spinto i giudici a ridurre drasticamente la pena lasciano molte perplessità. Secondo la perizia psichiatrica l’uomo è affetto da una “soverchiante tempesta emotiva e passionale”. Oltre a questo caso la trasmissione si occuperà nuovamente anche della morte di Marco Vannini. I conduttori si occuperanno, in particolare, sulle motivazioni che hanno spinto i giudici a ribaltare la condanna di Antonio Ciontoli che, dai 14 anni in primo grado è passato ai 5 in appello.