Chi vuol essere Milionario: Gerry Scotti scoppia a piangere dopo la richiesta di un concorrente
Chi vuol essere Milionario: Gerry Scotti scoppia a piangere dopo la richiesta di un concorrente

Chi vuol essere Milionario: Gerry Scotti scoppia a piangere dopo la richiesta di un concorrente.
Gerry Scotti non ha potuto trattenere le lacrime di fronte ad una richiesta. E’ successo tutto durante la dodicesima puntata, in onda giovedì 14 marzo, di Chi vuol essere Milionario. Il conduttore è stato colto da un momento di pura commozione di fronte alla richiesta del concorrente Luca Geri di aiutarlo a trovare la risposta corretta. La risposta valeva 15 mila euro e Gerry, nell’aiutare il giovane, non ha potuto fare a meno di non trattenere le lacrime.

LEGGI ANCHE -> Gerry Scotti a “C’è posta per te”, la storia è commovente: non trattiene l’emozione e piange

Chi vuol essere Milionario: Gerry Scotti scoppia in lacrime alla domanda da 15 mila euro

Il giovane concorrente Luca Geri aveva la possibilità di intascare l’assegno da 15 mila euro rispondendo correttamente alla seguente domanda: “Nunc et in hora mortis nostrae. Amen. La recita del rosario quotidiano era finita.” è l’incipit di quale famoso romanzo?”. Le possibili risposte proposte erano come al solito quattro ed erano: ‘I Malavoglia’, ‘Il Gattopardo’, ‘Il nome della rosa’ e ‘Angeli e Demoni’. A questa domanda Luca è andato in evidente difficoltà, tanto da dover usufruire di un aiuto. Geri però non ha voluto chiedere aiuto al suo amico o ad un suo familiare, come avviene solitamente, ma al conduttore Gerry Scotti, usando l’opzione ‘Chiedilo a Gerry’. Il conduttore non si aspettava questo colpo di scena e commenta così: “Per la prima volta dopo dodici puntate sono in gravissima difficoltà. Hai scelto me perché non hai creduto negli altri due aiuti. Non sono sicuro di conoscere la risposta ma vista l’importanza di questa risposta nella scalata, conosco i miei autori. Preciso, che io conosco i concorrenti solo qua, non conosco né loro, né le domande. Conosco però la psicologia dei miei autori”.

LEGGI ANCHE -> Gerry Scotti in lacrime a Verissimo: “Quello è l’unico mio rimpianto”

Detto ciò dunque, Gerry scarta le opzioni ‘Il nome della rosa’ e ‘Angeli e Demoni’, reputandole due alternative usate per distrarre il concorrente. Poi Scotti ha proseguito: “Io questo rosario lo vedo recitato da uno importante, non è un prete, potrebbe essere un principe e se è un principe è presente solo in una di queste quattro risposte. Ricordo il film di Visconti”. A questo punto dunque il concorrente si fida di Gerry e dà come risposta ‘il Gattopardo’ (quella suggerita da Scotti, ndr). Dopo attimi di tensione la risposta si rivela esatta e Gerry Scotti scoppia in lacrime e chiosa con queste parole: Si vede che non ero sicuro. Mi auguro di farlo ancora ma forse chiederò di non fare più l’aiuto di Gerry. Io perdo un paio di etti a ogni puntata. Non vorrei essere magrissimo alla fine della trasmissione”

Per ulteriori news su Gerry Scotti, le sue ultime dichiarazioni e i suoi prossimi progetti lavorativi –> clicca qui