chi è eric fratello di julia roberts attrice
Chi è Eric, il fratello di Julia Roberts dalla vita difficile.

Chi è Eric, il fratello della famosa attrice Julia Roberts: una vita difficile e sempre in salita.
Come la sorella Julia Roberts, è un attore. Parliamo di Eric Anthony Roberts, fratello della star di Pretty Woman. Una vita in salita, quella di Eric, costellata di episodi sfortunati. Una sfortuna che l’ha accompagnato sin da bambino, quando una forte forma di balbuzie ha ostacolato il suo desiderio di diventare attore. Nato il 18 Aprile 1956, a Biloxi, nello stato del Mississipi, da bambino Eric ha dovuto affrontare un altro grande trauma, la separazione dei genitori, che gli causò molta sofferenza. Ma è grazie ai genitori, soprattutto al padre che che ne notò la straordinaria capacità di memorizzare i copioni, che Eric inizia la sua carriera di attore. Ad Atlanta, i genitori di Eric gestivano l’Actor’s and Writer’s Workshop.

Per tutte le informazioni dettagliate sulla vita di Eric Roberts e sua sorella Julia Roberts CLICCA QUI!

Chi è Eric, il fratello di Julia Roberts: carriera e vita privata

Sebbene, a causa della balbuzie, il primo ruolo che ha dovuto interpretare era quello di un personaggio affetto da mutismo, grazie al palcoscenico Eric è riuscito a superare questo problema. Riuscì così a partecipare a varie rappresentazioni teatrali. Ma un nuovo incubo invade la sua vita: l’uso di droghe e alcool. Un uso dovuto al dolore per la famiglia ormai divisa. Eric infatti dopo la separazione resterà ad Atlanta con suo padre, mentre le sorelline Lisa e Julia andranno a Smyrna con sua madre, col quale Eric non avrà mai più un gran rapporto. Ma grazie all’aiuto del padre, Eric si riprese e continuò il suo percorso teatrale, finché nel 1976 approdò in tv on “Another world”.

LEGGI ANCHE —->C’è Posta Per te: Julia Roberts super ospite di Maria De Filippi

Ma la sua vita, ancora turbolenta per via di droga, alcool e vizio delle donne, subì un altro terribile colpo: nell’estate del 1981 Eric riporta un gravissimo trauma al cervello in seguito a un brutto incidente sulla sua Jeep. Tre giorni di coma e una leggera perdita di memoria. La ripresa, per l’attore, è stata dura e devastante. Inoltre, il suo bell’aspetto, che tanto l’aveva aiutato nel suo lavoro, fu compromesso dalle ferite, il che poteva nuocere alla sua carriera d’attore. Fortunatamente, però, Bob Fosse gli assegnò il ruolo di Paul Snider in Star 80, e grazie al successo del film, la carriera di Eric tornò a decollare. A questo seguono due importanti pellicole, Il papa di Greenwich Village e A trenta secondi dalla fine, per il quale ha ricevuto anche la nomination come miglior attore non protagonista al Golden Globe e all’Oscar.

Ma gli eccessi continuarono a perseguitare la vita di Eric, che per problemi di soldi, arriverà ad accettare qualsiasi ruolo gli venisse proposto, mettendo però a serio rischio la sua reputazione professionale.  Ma è agli inizi degli anni ’90 che per lui ci fu una svolta: grazie alla nascita di sua figlia Eliza e all’amore di Emma Garrett, che porterà all’altare, Eric inizierò un profondo cambiamento, fatto di terapie psicologiche e programmi per abbandonare le sue dipendenze. Nel 1992 e 1994 recitò rispettivamente in Analisi finale e Lo specialista. Oggi Eric, grazie alla tranquillità donatagli dalla moglie e la figlia, sembra aver finalmente lasciato nel passato tutti gli errori e le sofferenze.

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore