Ora legale, la decisione definitiva dopo la disputa: ecco cosa fare

ora legale spostare le lancette ufficiale
Ora legale: dovremo spostare le lancette nel 2019? Ecco la decisione ufficiale

Ora legale, arriva la decisione definitiva dopo la disputa: ecco cosa fare.
Ormai è deciso: tra qualche giorno ci toccherà spostare le lancette. Torna l’ora legale, esattamente nel prossimo weekend, nella notte tra sabato 30 marzo e domenica 31. L’orario sarà spostato di un’ora avanti: si passerà direttamente dalle ore 2:00 alle ore 3:00. Tutti pronti quindi a spostare le lancette dei vostri orologi. Questa modifica durerà fino al 27 ottobre 2019. Sarà quella domenica infatti il giorno in cui l’orario cambierà nuovamente. Un cambio orario che serve a risparmiare milioni di euro sulla bolletta energetica. Il motivo? L’ora legale è infatti una convenzione adottata con lo scopo di sfruttare il più possibile la luce solare durante la stagione estiva. Una soluzione che sembra ottimale, ma con la quale non tutti i Paesi europei sono d’accordo.

Per tutte le informazioni dettagliate sul prossimo cambiamento di orario CLICCA QUI

Ora legale, arriva la decisione definitiva dopo la disputa: ecco cosa fare

Cambiare orario non è una cosa piacevole, soprattutto se significa dormire un’ora in meno. Ed è proprio questo uno dei motivi per i quali la Commissione Europea ha chiesto l’abolizione dell’ora legale. Nonostante per molti sia un ottimo modo per risparmiare sull’energia elettrica, non lo è per i paesi del Nord Europa, come la Finlandia, caratterizzati da periodi estivi ricchi di sole fino alle ultime ore della sera. Ma nonostante la richiesta di abolizione della convenzione, la proposta ha subito un rallentamento e il tutto è stato rimandato almeno al 2021. Sebbene l’idea iniziale fosse quella di rinunciare all’ora legale già nel 2019, non si è trovato l’accordo. La richiesta non è stata approvata dai ministri europei, che hanno appunto deciso di rinviare tutto al 2021. 

Forse ti interessa anche leggere —–>Ora legale, si devono spostare le lancette quest’anno? Ora è ufficiale

Se dormire un’ora in meno a noi sembra solo una semplice scocciatura, per molti studiosi europei e americani, rappresenterebbe un vero e proprio pericolo per la nostra salute. L’ora legale spezzerebbe i ritmi sonno-veglia, creando notevoli problemi soprattutto nelle categorie più deboli, come anziani e bambini. Nonostante ciò, la convenzione resta ancora per un po’. Appuntamento con le vostre lancette a sabato 30 marzo!