Rivoluzione Rai, cancellati 2 canali: telespettatori furiosi

Rivoluzione Rai, cancellati 2 canali: telespettatori furiosi. A quanto pare la nota rete ha delle novità importanti da rivelare.

rivoluzione rai

E’ tempo di enormi cambiamenti per la Tv italiana. Mentre già si studiano i palinsesti per il prossimo autunno e per cosa potrà succedere nel prossimo festival di Sanremo, nelle sale riunioni della Rai si sta profilando una clamorosa ipotesi. Una notizia che ha fatto sobbalzare dal divano milioni di telespettatori che amano in particolare due canali di “Mamma Rai” che potrebbero essere chiusi di qui a breve. Stiamo parlando di Rai Movie, il canale gratuito dedicato 24 ore su 24 al cinema e a Rai Premium, canale della Rai specializzato in fiction e serie Tv, che spesso e volentieri ripropone le più importanti serie tv e telefilm andati in onda in passato sulle reti Rai, come Un Medico in Famiglia, La Squadra, La Piovra e chi più ne ha più ne metta. L’indiscrezione era stata lanciata giorni fa dal quotidiano “Il Giornale”, e ad oggi arrivano ulteriori conferme in merito.

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità e gossip del momento: CLICCA QUI

Rivoluzione Rai, cancellati 2 canali: via Rai Movie e Rai Premium

Il nuovo piano industriale della Rai infatti, sembra parlare di “limitata audience e scarsa profilazione del pubblico” per Rai Movie e Rai Premium. In soldoni quindi, secondo i dirigenti di Viale Mazzini, sia Rai Movie che Rai Premium avrebbero uno share troppo basso e una scarsa profilazione degli utenti, motivo per cui una bassa resa economica in termini di ritorno in inserzioni pubblicitarie. Secondo le informazioni riportate da “Il Giornale”, i due canali Rai Movie e Rai Premium costano insieme alla Rai circa 1 milione di euro all’anno, con invece una trentina di milioni di incassi pubblicitari complessivi che vengono portati alla casse della Rai.  A sostituire questi due canali, secondo le indiscrezioni delle ultime ore, ci sarebbero due novità: Rai 6, un canale tutto al femminile, e il già noto Rai 4 che cambierebbe veste e sarebbe dedicato tutto al maschile. Sui social molti utenti sono insorti contro questa decisione della Rai e dei dirigenti di Viale Mazzini che sembra purtroppo definitiva. In molti gridano alla vergogna, altri gridano vendetta in merito ai soldi pagati per il canone Rai, altri invece credono che questo sia un vero e proprio favore servito su un piatto d’argento a Netflix e Amazon Prime Video. Domani intanto è fissata la riunione di commissione di vigilanza Rai, in cui il direttore Salini dovrà rispondere sulle sue scelte future, che giocoforza andranno a modificare o meno sia i palinsesti delle reti Rai ma anche la struttura dell’offerta della Tv pubblica.