Per la bella Michelle Hunziker è un periodo davvero positivo. Proprio questa settimana infatti inizierà il suo nuovo programma musicale, condotto insieme a J-Ax, “All Together now”. Nel frattempo però la conduttrice ha rilasciato una particolare intervista a un famoso settimanale dove racconta del suo rapporto con la famiglia Trussardi. La simpaticissima bionda è infatti sposata con Tomaso Trussardi da ormai ben 5 anni. Il loro amore ha dato inoltre alla luce due bellissime bimbe: Sole e Celeste. Nell’intervista rilasciata a “Chi” però la Hunziker ha rivelato le difficoltà vissute all’inizio del suo ingresso in famiglia. Come anche lei ha affermato, stiamo parlando di una famiglia storica e anche molto riservata se non discreta. Di conseguenza le difficoltà erano inevitabili. Scopriamo insieme cosa ha rivelato la conduttrice sul rapporto con la sua nuova famiglia.
Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime indiscrezioni e  novità dei personaggi del mondo dello spettacolo, con un particolare riferimento alla bellissima conduttrice Michelle Hunziker: CLICCA QUI

Michelle Hunziker confessa tutto sui Trussardi: “Mi sentivo un pesce fuor d’acqua”

Secondo quanto rilasciato al giornale “Chi”, per Michelle all’inizio è stato veramente dura. Una difficoltà tuttavia riscontrata anche da parte della famiglia, come lei stessa afferma. Era tutto nuovo e lo stile della conduttrice sicuramente non l’ha aiutata. Difatti Michelle dichiara che si è sempre vestita come si sentiva, senza fare troppo attenzione al capo. La conduttrice ha inoltre affermato di aver avuto difficoltà a causa dei gossip che giravano sui giornali in quel periodo. Proprio per questo motivo la Hunziker si sentiva messa sotto pressione e soprattutto con l’ansia di dover abbandonare l’idea di una vita insieme a Tomaso. Tuttavia l’amore condiviso tra i due è stato più forte di qualsiasi rumor e stesso Michelle confessa che Tomaso ha avuto occhi solo per lui e non per le voci di corridoio. Difatti la bella svizzera rivela che il suo uomo ha vissuto benissimo anche l’uscita pubblica della loro storia.