Vladimir Luxuria ha pubblicato nelle ultime ore una foto di qualche anno fa. Nella didascalia sottolinea: “Mai dimenticare chi ero”.

Vladimir Luxuria, la foto di qualche anno fa: "Mai dimenticare chi ero"
L’attivista LGBT, Vladimir Luxuria, in occasione della Giornata Mondiale contro l’Omofobia ha pubblicato una sua vecchia foto sul suo profilo Instagram.

In occasione della Gionata Mondiale contro l’Omofobia, 17 maggio, i social sono stati inondati di colori e messaggi. Tra questi, è spiccato particolarmente quello rilasciato dall’attivista LGBT Vladimir Luxuria. L’ex parlamentare ha infatti voluto partecipare all’iniziativa, pubblicando un suo scatto su Instagram. La foto ritrae Luxuria da giovane, quando ancora era conosciuto come Wladimiro Guadagno. Oltre a sorprendere con questo scatto assolutamente inedito, Vladimir ha voluto precisare alcune aspetti importanti e spesso duri della vita che ha vissuto. All’interno della didascalia si sofferma soprattutto sulle botte e i lividi che gli hanno dato la forza per andare avanti.

Per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità, indiscrezione e gossip del momento, con un riferimento particolare a Vladimir Luxuria e alle prossime trasmissioni in cui sarà presente: CLICCA QUI

Vladimir Luxuria, il messaggio commovente per la foto di qualche anno fa

Noto personaggio politico e del mondo dello spettacolo, Luxuria combatte da tempo per i diritti della comunità LGBT. Proprio per questo motivo, soprattutto in vista di una giornata così importante, ha scelto di condividere una sua vecchia foto con il popolo social. Lo scatto è davvero di grande impatto ma a stravolgere la situazione è sicuramente il messaggio che l’ex parlamentare ha scelto di scrivere come didascalia del post. Parla infatti dei lividi e delle botte subite, degli insulti e delle tante persone che gli hanno chiuso porte in faccia. Tutto questo però, chiarisce, sono stati segno di una grande forza e resistenza di chi non si è mai arreso. Proprio per questo motivo Luxuria ha deciso di posta questa foto come monito per non dimenticare mai chi era per capire meglio chi è oggi.