GF16, Barbara Palombelli racconta incredibili dettagli sull’adozione di Serena

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:07

GF16, la giornalista Barbara Palombelli nel suo nuovo libro parla dell’adozione di Serena Rutelli e sua sorella Monica, raccontando dettagli molto delicati.

Serena Rutelli Barbara Palombelli adozione
Serena Rutelli concorrente del Grande Fratello, sua madre Barbara Palombelli parla dell’adozione

Serena Rutelli è sicuramente una delle concorrenti più amate di questa edizione del Grande Fratello. La figlia adottiva di Barbara Palombelli e Francesco Rutelli si è fatta apprezzare fin dalle prime puntate per la sua dolcezza e soprattutto per la sua educazione, che l’hanno resa subito una delle preferite del pubblico. Ma la vita di Serena è stata tutt’altro che semplice. Dai 3 ai 7 anni, infatti, la ragazza ha vissuto in un Casa Famiglia, perché abbandonata prima dalla madre e poi dal padre biologico, che tra l’altro era una persona violenta, come lei stessa ha raccontato. Stavolta, però, a svelare nuovi delicati retroscena sul passato di Serena, è stata la sua mamma adottiva, Barbara Palombelli, che nel suo nuovo libro ‘Mai fermarsi’, ha raccontato il lungo percorso per arrivare all’adozione di Serena e di sua sorella Monica.

GF16, le rivelazioni di Barbara Palombelli sull’adozione di Serena

Nel suo nuovo Libro ‘Mai Fermarsi’, Barbara Palombelli ha raccontato alcuni incredibili retroscena sull’adozione di Serena e Monica Rutelli. La maggior parte delle difficoltà, racconta la giornalista, erano dovute soprattutto alla burocrazia e alla situazione della famiglia biologica delle bambine. Abbandonate dalla madre, che ha poi contattato Serena mentre era nella casa del Grande Fratello, le bambine avevano ricevuto botte e minacce da parte del padre biologico, che dopo averle lasciate in un istituto a 3 anni, minacciava ancora di far loro del male: “Vi ucciderò tutti”, diceva. Barbara e Francesco Rutelli erano dunque costretti a tenere nascoste le piccole, terrorizzate da un eventuale ritorno del padre. Lunghissimi anche i tempi burocratici per l’adozione, dovuti proprio all’esistenza del papà biologico: “Il tribunale non faceva decadere la patria potestà, nonostante i tre anni di distacco dalle bambine”, racconta nel suo libro la Palombelli.

Serena Rutelli, storia a lieto fine

I racconti di Barbara Palombelli sull’adozione di Serena Rutelli lasciano senza parole per gli incredibili dettagli. Ma quella di Serena è sicuramente una storia a lieto fine, prima grazie all’adozione che le ha dato una vita nuova e felice all’età di 7 anni, e poi grazie al Grande Fratello, che le ha permesso di ritrovare anche il suo fratello biologico. Gaetano, questo il nome del giovane, le ha infatti scritto un’emozionante lettera dopo averla vista in tv, chiedendole un incontro. La reazione di Serena è stata molto positiva. La ragazza infatti, dopo aver rifiutato un incontro con la madre biologica, ha invece accettato con gioia di conoscere Gaetano e la sua famiglia una volta uscita dalla casa.

F.S:

Per rimanere sempre aggiornato sul Grande Fratello e su tutti i tuoi programmi preferiti, CLICCA QUI