Marco Carta parla della sentenza del giudice e si scaglia contro gli haters: “Per me valete zero, sono più forte ora”

Marco Carta, dopo l’accusa di furto alla Rinascente, commenta la decisione del giudice e lancia un messaggio agli haters: “Mi avete solo reso più forte”.

Lo scorso 31 maggio Marco Carta è stato arrestato e accusato del furto di 6 magliette alla Rinascente di Milano. Processato il giorno dopo per direttissima, il cantante è stato rilasciato dal giudice, che lo ha ritenuto estraneo ai fatti, ma dovrà essere sottoposto a processo a settembre con l’accusa di concorso in furto aggravato. Secondo il giudice, la detenzione per una notte del cantante è stata addirittura ‘illegittima’, perché non c’erano prove sufficienti. Ora, a distanza di 10 giorni, Marco Carta si è sfogato sui social, lanciando un messaggio agli haters.

Potrebbe interessarti anche:

Lo sfogo di Marco Carta contro gli haters: ‘Valete zero’

“Ringrazio tutti quelli che mi hanno creduto anche prima della sentenza, la mia famiglia e i colleghi, ma anche gli haters, perché ora sono più forte”, ha scritto sui social Marco Carta, che ha raccontato di aver ricevuto tantissimi messaggi e insulti in questi giorni, molti gli inviavano foto di antitaccheggi per attaccarlo e deriderlo. ‘Per me conta solo la musica, il resto è zero’, ha commentato il cantante.

Per rimanere sempre aggiornato su Marco Carta e su tutti i tuoi personaggi preferiti, CLICCA QUI