Marco Carta, le ultime novità sul furto alla Rinascente: depositato il ricorso del pm

Marco Carta, le ultime novità sull’arresto: depositato il ricorso del pm, contro la mancata convalida dell’arresto del cantante.

Il caso Marco Carta ha sconvolto le pagine di cronaca degli ultimi tempi. La sera del 31 maggio 2019, cantante è stato accusato di aver rubato sei magliette dal valore totale di 1200 euro al famoso centro commerciale di Milano la Rinascente. L’ex vincitore di Amici, dopo l’arresto immediato, è stato rilasciato in attesa dei nuovi sviluppi giudiziari. E dopo una fantastica notizia che riguarda il suo ultimo disco, ecco che nell’ultima ora arrivano novità anche riguardo la vicenda del furto. L’Ansa ha pubblicato un aggiornamento riguardo il ricorso contro la mancata convalida dell’arresto del cantante. Scopriamo tutto nel dettaglio.

Potrebbe interessarti anche:

Marco Carta, le ultime novità sull’arresto: ricorso depositato circa una settimana fa

Il ricorso della Procura di Milano, firmato dal pm Nicola Rossato, contro la mancata convalida da parte del giudice Stefano Caramellino dell’arresto di Marco Carta, è stato depositato già circa una settimana fa. Ce lo fa sapere l’Ansa poco fa. Non resta che attendere i nuovi sviluppi sulla complicata vicenda che ha coinvolto il cantante sardo, bloccato insieme ad una donna all’uscita del centro commerciale. Dal suo canto, Carta si è professato innocente sin dai primi momenti. E ha ribadito la sua versione anche qualche settimana fa in televisione,  in una puntata del talk show di Canale 5 Live – Non è la D’Urso. Ed è stata proprio la conduttrice Barbara D’Urso una delle prime persone che Marco ha sentito dopo l’accaduto.

  • Per tutte le ultime news sul furto alla Rinascente che ha coinvolto il cantante Marco Carta CLICCA QUI