Sinisa Mihajlovic si ferma: deve sottoporsi con un urgenza ad una terapia

Sinisa Mihajlovic deve fermarsi per seri problemi di salute: al momento, le notizie parlano di una necessità di sottoporsi ad una terapia d’urto

Sinisa Mihajlovic malattia
Sinisa Mihajlovic deve fermarsi

Mihajlovic, attuale allenatore del Bologna, si fermerà per seri problemi di salute. Il mister terrà oggi, sabato 13 luglio, una conferenza stampa per spiegare a tutti il motivo dell’addio. E’ il Corriere dello Sport che ne parla per primo: una notizia che ha sconvolto sicuramente tutti gli amanti del calcio.

Sinisa Mihajlovic e la malattia: cos’è successo negli ultimi giorni

Era strano, in effetti, che l’allenatore Sinisa Mihajlovic non si presentasse con la squadra al ritiro di Castelrotto, per il primo raduno estivo che precede l’inizio della nuova stagione. E’ un duro, Sinisa Mihajlovic, tutti sanno che ‘fermarlo’ non è così facile. E’ per questo che tutti hanno cominciato a pensare a qualcosa di grave quando non l’hanno visto al seguito della squadra. Qualcuno aveva parlato di un’influenza che l’aveva costretto a letto. Ma la tesi è durata poco. Già, perché per uno come Sinisa Mihajlovic non basta un po’ di raffreddore per tenerlo lontano dal campo di calcio. Stando alle ultime notizie, Sinisa Mihajlovic si è sottoposto a degli esami clinici che hanno evidenziato la necessità di una terapia da cominciare subito. Per ora, nessuno può dire quanto starà lontano dai campi di gioco. Tuttavia, niente fa pensare che lo rivedremo presto all’opera.

Che malattia ha l’allenatore?

Se vorrà parlarne, lo farà oggi, sabato 13 luglio, in una conferenza stampa convocata a Casteldebole. Di sicuro, vorrà chiarire la sua posizione e spiegherà perché ha dovuto assentarsi così, da un momento all’altro. Non sappiamo da quale malattia sia affetto. Tuttavia, l’ansia e la preoccupazione dei tifosi sarà alle stelle e per questo potremmo aspettarci una spiegazione da parte del tecnico. Per il momento, possiamo solo aspettare che sia lui a parlarne. Se vorrà e quando vorrà. Già, perché non è detto che lo faccia proprio oggi. Magari, la conferenza stampa è stata convocata soltanto per salutare i suoi tramite i microfoni dei giornalisti. Insomma, non ci resta che aspettare.