Soleil e Jeremias spiegano il motivo della loro crisi: c’entra un costume

Soleil Sorge spiega il motivo della crisi con il suo fidanzato Jeremias Rodriguez: c’entra un costume che la ragazza ha indossato. Scopriamo cosa ha raccontato.

soleil jeremias crisi motivo costume
Soleil e Jeremias spiegano il motivo della loro crisi: ecco cosa hanno raccontato. (Fonte: Instagram)

Soleil Sorge e Jeremias Rodriguez sono felicemente fidanzati. Nonostante la voce della loro rottura si sia sia diffusa a macchia d’olio, i due piccioncini hanno dimostrato di essere più uniti che mai. Ma la notizia di una crisi per la coppia non era del tutto infondata. A rivelarso è stata proprio Soleil, che al settimanale Chi, ha rivelato il motivo della forte discussione tra lei e il suo sexy argentino. Ebbene, nessuna terza incomoda di Uomini e Donne: c’entra un costume da bagno. Siete curiosi di sapere di più? Allora scopriamolo insieme.

Potrebbe interessarti anche:

Soleil spiega il motivo della crisi con Jeremias: il costume trasparente ha ingelosito l’argentino

Crisi tra Soleil e Jeremias? Acqua passata. Ma qualcosa che ha messo in crisi il rapporto tra la bella Soleil e il fratello di Belen c’è stato davvero. E non si tratta di una presunta amante di Jeremias. Tutt’altro. Il ragazzo avrebbe avuto un vero e proprio attacco di gelosia per la sua Soleil. Il motivo? Un costume, un po’ troppo trasparente, che l’ex corteggiatrice di Uomini e Donne ha indossato durante un’uscita in barca con amici. Insomma, Jeremias si è ingelosito. Ma ecco cosa ha infastidito Soleil: “Non mi è piaciuto il modo in cui me l’ha fatto notare”. Una discussione che potremmo definire ‘futile’, quella tra Soleil e il suo Jeremias, che ammette: “Ho smesso di seguirla su Instagram perché ero infastidito, mi doveva passare. Poi abbiamo chiarito”. Nessun tradimento, quindi, nè alcuna nuova fiamma. Solo tanta gelosia per la sua bella Soleil, con cui Jeremias appare di nuovo più felice che mai.

  • Per tutte le ultime news su Soleil e Jeremias e tutte le coppie più amate sui social CLICCA QUI