USA, primo morto a causa della sigaretta elettronica: indagini su 200 casi

Usa, primo morto a causa della sigaretta elettronica: indagini su 200 casi tra i giovani di varie zone degli Stati Uniti.

È degli Stati Uniti, in Illinois, la prima vittima della sigaretta elettronica. Il nome non è stato reso noto, ma si tratta di un adulto che di recente era stato ricoverato per un grave problema polmonare. Una morte che sa di allarme: proprio negli Stati Uniti, negli ultimi mesi, c’è stata una grande crescita di ‘strane’ malattie respiratorie. Ben 193 casi, sparsi in 22 dei 50 stati americani. Tra questi California, Texas, New York e Florida. E lo stato di Illinois, dove viveva la vittima, e dove i più colpiti sono i giovani tra i 17 e 38 anni.

USA, un morto e 200 casi di patologie polmonari: colpa della sigaretta elettronica?

Il decesso di un uomo di Illinois che usava sigaretta elettronica potrebbe essere un segnale preoccupante. Un caso, questo, che non potrebbe rivelarsi isolato. Ci sono circa 200 casi di misteriose malattie respiratorie negli Stati Uniti, soprattutto tra giovani e teenagers. E proprio ad Illinois, i casi di persone finite in ospedale dopo aver utilizzato la sigaretta elettronica sono aumentati vertiginosamente nelle ultime settimane. La fascia più colpita è quella dei giovani tra i 17 e i 38 anni. Tosse, affaticamento e respiro corto (vomito e diarrea in alcuni casi) sono i primi sintomi del problema respiratorio che sta allarmando l’America. Per ora non sono state rese note le cause specifiche del decesso della vittima di Illinois. Nè se la morte è stata causata per uno specifico ingrediente della sigaretta elettronica o per altro. Proseguono le indagini da parte delle autorità, che mirano a scoprire se le varie patologie dei pazienti sono riconducibili a una causa comune, o se si tratta sono malattie differenti con sintomi simili.

  • Per essere sempre aggiornato su tutte le ultime news principali del momento CLICCA QUI