Abiy Ahmed Ali vince il Premio Nobel per la Pace 2019: tra i candidati Greta Thunberg e Papa Francesco

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:34

Abiy Ahmed Ali, Premier dell’Etiopia, è stato eletto premio Nobel per la Pace 2019: la notizia è appena arrivata da Oslo, chi erano gli altri candidati.  

Abiy Ahmed Ali Premio Nobel Pace
Abiy Ahmed Ali vince il Premio Nobel per la Pace 2019: ecco chi erano gli altri illustri candidati

Il Premio Nobel per la Pace 2019 è stato assegnato al Premier dell’Etiopia Abiy Ahmed Ali. La premiazione è avvenuta questa mattina a Oslo, dove il Comitato per il Nobel si riunisce. Felicissimo il Primo Ministro, che ha definito questo riconoscimento ‘un premio per l’Africa‘, e si è detto onorato del risultato ottenuto. Una vittoria, tra l’altro, inaspettata, almeno fino a poche ore prima della proclamazione, quando la super favorita sembrava Greta Thunberg, la sedicenne svedese divenuta ormai famosa in tutto il mondo per la lotta ai cambiamenti climatici, che solo pochi giorni fa è stata indirettamente vittima di un gesto davvero deplorevole a Roma, dove è stato appeso a un ponte un fantoccio che la rappresentava. Greta sarebbe stata la più giovane della storia a vincere un premio tanto prestigioso, ma non era l’unica favorita: scopriamo insieme chi erano gli altri illustri candidati al Nobel.

Premio Nobel per la Pace: vince il Premier etiope Abiy Ahmed Ali, ecco gli altri candidati.

Abiy Ahmed Ali ha vinto il Premio Nobel per la Pace 2019: l’annuncio è arrivato in diretta streaming dal Comitato riunito a Oslo. Il Premier dell’Etiopia è stato scelto per il suo grandissimo impegno nel suo Paese, perché da quando è stato eletto, nel 2018, si è immediatamente impegnato a risolvere il conflitto con l’Eritrea, che durava da 20 anni. Non solo, il Premier classe 1976 è stato premiato anche per la sua grande attenzione ai diritti umani, che lo ha portato a liberare migliaia di prigionieri politici e battersi contro l’uso della tortura da parte dei servizi di sicurezza. Tutte le motivazioni della scelta sono descritte nel dettaglio sul sito ufficiale del Premio Nobel.

Dunque, il desiderio di Abiy Ahmed Ali di restituire ai cittadini un presente e un futuro migliore lo ha portato ad avere la meglio su altri illustri candidati, tra cui Greta Thunberg, che era considerata la grande favorita della vigilia, e tanti altri nomi importanti, come il leader indigeno brasiliano Raoni Metuktire, Jacinda Ardern, la Premier neozelandese, ma anche Papa Francesco, la cancelliera tedesca Angela Merkel e Julian Assange, fondatore di WikiLeaks.