Terremoto, l’Italia trema ancora: scossa di magnitudo 3.0

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:23

Terremoto, l’Italia trema ancora: scosse di magnitudo 3.0 e 3.2 avvertite in Calabria, nella provincia di Cosenza nel primo pomeriggio.

terremoto italia
Terremoto in Italia: la terra torna a tremare; due scosse di magnitudo 3 e 3.2 avvertite in Calabria nel primo pomeriggio.

L’Italia è tornata a tremare. Due nuove scosse di terremoto di magnitudo 3 e 3.32 hanno colpito questo pomeriggio la provincia di Cosenza, in Calabria. La zona colpita dista poche decine di minuti al largo di Scalea. Le due scosse sono state registrate nel primo pomeriggio di oggi, 27 novembre, e hanno colpito entrambe la stessa zona. Una zona che, da varie settimane, registra ripetuti eventi sismici. Al momento non ci sono notizie di danni a persone o cose causate dal sisma di questo pomeriggio.

Terremoto, l’Italia trema ancora: scossa di magnitudo 3.0 in provincia di Cosenza

Due nuove scosse di terremoto di magnitudo 3 e 3.32 hanno colpito questo pomeriggio la provincia di Cosenza, in Calabria. È proprio la zona dove ormai da svariati giorni si avvertono svariati fenomeni sismici, che in alcuni casi hanno superato anche magnitudo 4. Le due scosse si sono avvertite nelle prime ore del pomeriggio di oggi, 27 novembre 2019. La zona colpita dista poco dal largo di Scalea, in provincia di Cosenza. La prima scossa, che ha raggiunto magnitudo 3 gradi della scala Richter, è stata registrata alle ore 14,08, mentre la seconda alle ore 14,46. Per fortuna non ci sono notizie di alcun danno a persone o cose: i movimenti sismici sono avvenuti nell’alto Tirreno cosentino. Non ci sono, dunque, centri abitati vicini all’epicentro. Ma quella colpita dalle due scosse di questo pomeriggio è una zona che, da svariate settimane, è teatro di ripetuti movimenti sismici. Le scosse registrate si aggirano sempre intorno ai 3 gradi di magnitudo, ma in alcuni casi ha anche superato i 4. È avvenuto il 25 ottobre, quando una scossa di magnitudo 4,4 ha creato panico anche nella popolazione. Anche in quel caso, per fortuna, nessun danno.