‘Il Processo’, la decisione inaspettata di Mediaset sulla fiction: cos’è successo

‘Il Processo’, decisione improvvisa e inaspettata di Mediaset sulla fiction con Vittoria Puccini, in onda su Canale 5: ecco cos’è successo nel dettaglio. 

'Il Processo' decisione Mediaset
‘Il Processo’, decisione inaspettata e improvvisa di Mediaset: ecco cosa succcede alla fiction di Canale 5

Sono andate in onda lo scorso venerdì in prima serata le prime due puntate della nuova fiction di Canale 5, ‘Il Processo’, con protagonisti Vittoria Puccini e Francesco Scianna, per la regia di Stefano Lodovichi. Si tratta di una serie ‘legal-thriller’, legata cioè a un omicidio da risolvere, tra l’altro molto delicato, in quanto la vittima è una diciassettenne. A dover affrontare il difficile caso è un Pubblico Ministero, Vittoria Puccini appunto, che sta vivendo un momento delicato del suo privato, e che si trova contro un avvocato penalista molto difficile da battere, interpretato da Scianna. Una storia molto avvincente, divisa in 8 episodi, previsti in 4 prime serate. Ora, però, qualcosa è cambiato: ecco l’improvvisa decisione di Mediaset in merito alla messa in onda della fiction.

‘Il Processo’, la decisione inaspettata di Mediaset: ecco cosa succederà

Come vi abbiamo raccontato qualche giorno fa, le prima due puntate della nuova fiction di Canale 5, ‘Il Processo’, non hanno avuto il successo sperato dai vertici Mediaset. Gli ascolti della prima serata di venerdì 29 novembre hanno premiato senza possibilità di appello il programma di Gigi D’Alessio e Vanessa Incontrada su Rai Uno, ’20 anni che siamo italiani’, con uno share praticamente doppio rispetto a quello della fiction.

Per quanto non fosse facile competere con lo show di Rai Uno, pieno di illustri ospiti, la serie con Vittoria Puccini è andata ben al di sotto delle aspettative, tanto che Mediaset ha deciso chiuderla con una settimana di anticipo. Il 6 e il 13 dicembre, infatti, andranno in onda 3 puntate, anziché le due previste inizialmente, in modo che le 6 puntate che mancano alla fine vengano accorpate in due serate, anziché tre. La speranza è che questa nuova ‘strategia’, che vedrà la fiction in onda sia in prima che in seconda serata, venga premiata e faccia salire un po’ l’asticella degli ascolti.