Cosa prova veramente l’uomo durante l’orgasmo?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:55

Orgasmo maschile, cosa prova veramente l’uomo durante il rapporto sessuale?

orgasmo-maschile-cosa-prova-uomo
Pixabay

Se siete donne, molto probabilmente avrete una curiosità riguardante l’orgasmo maschile. Com’è? Quante volte con le amiche, magari parlando della difficoltà nel raggiungere il climax per noi donne vi sarete dette: “Per una volta sarebbe bello sapere cosa provano loro quando hanno un orgasmo“. Ebbene, finalmente alcune di noi si sono fatte avanti e hanno chiesto proprio agli uomini cosa provano in quel particolarissimo momento.

La verità sull’orgasmo maschile

Prima di tutto partiamo dalle cose più scientifiche. Secondo i ricercatori l’orgasmo maschile porta al coinvolgimento di circa 30 aree diverse del cervello e, all’uomo come alla donna, provare questo piacere, fa bene al cuore, migliora la circolazione del sangue e ovviamene abbassa anche lo stress. Fisicamente all’uomo, durante l’eccitazione, il pene aumenta di dimensioni per via di un aumento dell’affluenza di sangue nella zona. Arriva così un’erezione con il conseguente aumento del battito cardiaco e la tensione muscolare. Molte zone del corpo diventano più sensibili, come i capezzoli. Quando poi l’uomo raggiunge finalmente l’orgasmo c’è l’eiaculazione. Anche per l’uomo si tratta di una fase di grande piacere che lo lascia quasi senza forze. Dopo il climax nel rapporto, infatti c’è un periodo cosiddetto refrattario in cui l’uomo difficilmente riuscirà ad avere una nuova erezione. Dopo l’orgasmo l’erezione svanisce e, sia il pene che i testicoli tornano delle dimensioni normali. Qualche curiosità sull’orgasmo maschile? L’uomo sa perfettamente quando sta per eiaculare e a quel punto non può fare praticamente più niente per evitarlo. Altra curiosità riguarda il fatto che l’uomo può avere una erezione, ma non è scontato che arrivi ad eiaculare. Insomma. L’orgasmo maschile sebbene sia più facile da raggiungere ha comunque le sue complessità per quanto riguarda tutta la parte “meccanica” se ci passate il termine, che lo accompagna.