Addio Gianni de Bury: l’attore di ‘Così parlo Bellavista’ aveva 89 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:16

Lutto nel mondo dello spettacolo: ad 89 anni è morto Gianni de Bury, l’attore di ‘Così parlò Bellavista’. 

Gianni de Bury
Addio all’attore di ‘Così parlò Bellavista’: scrittore ed ex dirigente e fotografo dell’SSC Napoli è scomparso all’età di 89 anni

L’Italia questa mattina si è svegliata con una spiacevole notizia: è morto Gianni de Bury all’età di 89 anni. La città di Napoli è a lutto per la scomparsa del socio azionista della SSC Napoli: negli anni ’70 fu tra i promotori di Radio Antenna Capri, prima emittente radiofonica che mandava in onda le partite degli azzurri. Inoltre nell’era di Corrado Ferlaino, Gianni creò una struttura dedicata alla vendita dei biglietti per le partite del Napoli. De Bury fu un uomo dalle mille attività: è ricordato da tutti come ‘il parcheggiatore abusivo’ nel film ‘Così parlò Bellavista‘ di Luciano de Crescenzo, il capolavoro del Professore scomparso anche lui recentemente. Gianni de Bury è stato anche scrittore e fotografo.

Addio Gianni de Bury: l’attore di ‘Così parlo Bellavista’ aveva 89 anni

All’età di 89 si è spento oggi 16 dicembre Gianni de Bury: lo storico dirigente della SSC Napoli nell’era di Ferlaino, nonchè attore in ‘Così parlò Bellavista‘. Fu lui ad interpretare il ‘parcheggiatore abusivo’ che vendeva giornali alle coppiette che andavano a trascorrere il loro tempo nel Parco Virgiliano di Posillipo, a Napoli.

Amante del calcio, è stato un uomo che ha dato tanto alla società partenopea ed era così tifoso che seguiva i match degli azzurri a bordocampo, in qualità di fotografo. Dalla sua passione, è nato il libro ‘La domenica del villaggio’ che contiene anche una prefazione di Luciano De Crescenzo, lo scrittore, regista e attore a cui era molto legato Gianni e che è venuto a mancare anch’egli recentemente. In qualità di scrittore, è autore anche di ‘Frijenno magnanno‘: il libro sulle ricette della cucina napoletana intitolato con una tipica espressione partenopea che significa ‘Friggendo, mangiando’.