Irama si difende dalle accuse di plagio e pubblica le prove sui social

Irama è stato accusato di plagio da Le Iene: il cantante non ci sta e si difende su Instagram pubblicando mail e date.

Irama plagio
Irama risponde a Le Iene: Nera non è un plagio (Fonte Instagram)

Irama parla dell’accusa di plagio che gli è stata recentemente rivolta da Domenico Di Puorto attraverso una lunga intervista rilasciata a Le Iene. A quanto sostiene Di Puorto, che non è un cantante professionista ma un agente immobiliare con la passione per la composizione di canzoni, il brano Nera di Irama è troppo simile al brano Fuori Tutto Brilla che lo stesso Di Puorto ha scritto tempo fa e inviato alla casa di produzione NewCo, di proprietà di Francesco Facchinetti, che nello stesso periodo curava gli interessi artistici di Irama.

Irama: “Plagio? No, ho le prove”

Filippo Maria Fanti (questo all’anagrafe il nome di Irama), ha rispedito al mittente tutte le accuse possibili, non limitandosi ad affermare il contrario di quanto sostenuto da Di Puorto ma postando su Instagram gli screenshot di due mail con le quali si dimostra che Nera è stata scritta nel luglio del 2017 per essere pubblicata tre mesi dopo.

Dalle prove a sostegno della sua tesi, invece, Domenico di Puorto aveva mostrato agli inviati de Le Iene una mail datata 12 Febbraio 2018. Con quella mail Domenico inviava il brano Fuori Tutto Brilla alla NewCo nella speranza che la casa di produzione decidesse di pubblicarla e di fargli un contratto. Emerge, a questo punto, che la canzone di Irama è stata scritta ben prima che Domenico Di Puorto inviasse la sua canzone alla NewCo e, quindi, non è possibile che si tratti di un plagio.
Irama è davvero molto dispiaciuto e infastidito dalle affermazioni di Domenico Di Puorto, che potrebbero portare gravi danni alla sua immagine, ma naturalmente i fan sono tutti dalla sua parte.