Cesare Bocci chi è: età, carriera e vita privata del conduttore

Cesare Bocci è un attore conosciuto principalmente per il ruolo di Mimì Augello nel Commissario Montalbano, ma la sua performance alla conduzione di La Grande Bellezza ne ha fatto il volto della cultura di Canale 5.

Cesare Bocci
Cesare Bocci è il nuovo volto della cultura di Canale 5 (Foto: Instagram)

Nato il 13 Settembre 1957 a Camerino, Cesare Bocci ha cominciato a innamorarsi del palcoscenico quando era ancora giovanissimo, a soli 23 anni. Dopo gli studi di recitazione presso una scuola cittadina, il suo talento venne notato da una delle più grandi e famose compagnie teatrali d’Italia, la Compagnia della Rancia di Torino. Dopo le prime performances teatrali approda a Roma per tentare la fortuna nel cinema, ma il grande successo arriva con la partecipazione a una delle più famose serie televisive degli ultimi vent’anni: il Commissario Montalbano.

Cesare Bocci da Mimì Augello a La Grande Bellezza

Il ruolo di Mimì Augello è stato un vero e proprio punto di arrivo nella carriera dell’attore, tanto che il pubblico ha finito per identificare l’attore quasi ed esclusivamente con il suo personaggio più famoso. Forse per scappare alla “gabbia” del successo, Cesare Bocci in anni recenti ha tentato in più occasioni, e con grande successo, la partecipazione ad altri programmi televisivi. Nel 2013 ha condotto Miss Italia, mentre nel 2018 ha partecipato in qualità di concorrente a Ballando Con Le Stelle e stravincendo lo show in coppia con Alessandra Tripoli.
L’ultimo successo televisivo però è arrivato con la conduzione de La Grande Bellezza, il nuovo programma culturale di Canale 5 che sembra calzare perfettamente sulla figura di Cesare Bocci, che si è rivelato un presentatore capace di appassionare il pubblico a tematiche non esattamente popolari come la storia e la storia dell’arte. Il successo del presentatore si misura anche in base ai numerosissimi paragoni con Alberto Angela, vero e proprio guru della divulgazione culturale in Italia.

A livello personale Cesare Bocci ha una storia travagliata alle spalle: legato dal 1993 alla cuoca e designer Daniela Spada, ha affrontato con lei un grande dramma. Dopo la nascita della figlia Mia, infatti, Daniela è stata vittima di un ictus post partum che l’ha tenuta in coma per 28 giorni. Cesare ha voluto raccontare questa drammatica esperienza in un libro scritto a quattro mani: Pesce d’Aprile.