Caterina Balivo, l’inaspettata confessione sul suo passato

La conduttrice di “Vieni da me”, Caterina Balivo, ha fatto una confessione inaspettata sul suo passato: “A 20 anni non l’avevo ancora capito”

caterina balivo passato confessione
Caterina Balivo, confessione inaspettata sul suo passato (Fonte: Instagram)

Caterina Balivo è una delle conduttrici più belle ma soprattutto brave della televisione italiana. Nata a Napoli il 21 febbraio del 1980, la Balivo inizia la sua carriera nel 1999 partecipando a Miss Italia. La conduttrice, allora appena diciannovenne, si classifica al terzo posto ma viene notata dai dirigenti della Rai ed esordisce come valletta di Fabrizio Frizzi nella settima edizione di “Scommettiamo che…“. Dopo tanta gavetta con “I raccomandati” e “Unomattina“, arriva il successo con “Festa italiana” e la prima serata con “Napoli prima e dopo“, affiancata da Biagio Izzo. Qualche anno fa è stata la padrona di casa di Detto fatto su Rai Due, mentre adesso conduce sul primo canale Vieni da me.

Caterina Balivo, confessione ‘a sorpresa’ sul suo passato

La conduttrice di Vieni da me ha rilasciato un’intervista a Grazia nella quale ha fatto una confessione inaspettata sul suo passato. Nonostante abbia partecipato giovanissima ad un concorso di bellezza, dove è salita addirittura sul podio, la Balivo non era abbastanza consapevole della sua bellezza: “A 20 anni non avevo capito che ero bella. Pensavo fossero tutte meglio di me, non mi vedevo sensuale, semmai simpatica, schietta e con la risata sempre pronta”. Una confessione a sorpresa, dato che la conduttrice appare oggi molto sicura di sé. Sempre a Grazia, però, spiega: “Ora ho maggior consapevolezza del mio corpo, sto bene nella mia pelle. Se mi guardo allo specchio vedo una donna appagata”.

La Balivo, poi, schiettamente ha aggiunto: “Mi basta sapere che per mio marito resto la donna più bella del mondo”. La conduttrice è sposata con il manager Guido Maria Brera. La coppia si è sposata il 30 agosto 2014, con rito civile, a Capri ed hanno avuto due figli, Guido Alberto e Cora.