Natale, regali non graditi o non cambiabili: come riciclarli

Natale, tra i regali fatti e ricevuti, ci sono certamente quelli non graditi o che non è possibile cambiare: alcuni consigli per riciclarli

Natale, regali non graditi o non cambiabili: come riciclarli
Natale, regali non graditi o non cambiabili: come riciclarli

Il Natale è arrivato e con lui anche l’ardua scelta dei regali da fare e quelli indesiderati che invece si ricevono. Come ogni Natale che si rispetti infatti, ci sono almeno un paio di regali sotto l’albero che non ci sono molto graditi. Cosa fare di questi regali? Le opzioni da varare sono molte, l’importante sempre e comunque, è non farsi beccare da chi ci ha fatto il regalo non gradito! Andiamo a vedere insieme qualche metodo per poter riciclare o riutilizzare in modo intelligente i regali non graditi che abbiamo ricevuto.

Natale, regali non graditi o non cambiabili: come riciclarli in modo intelligente

Ci sono svariati modi per riciclare i regali che a Natale non sono stati graditi o che per qualche ragione, non vi è possibilità di cambiare. Nonostante sia difficile, la prima regola è fingere in modo convincente che il regalo ricevuto ci piaccia, diversamente da quanto pensato appena scartata la carta regalo. Diversamente da quanto si possa pensare, sono tantissime le persone che riciclano i regali di Natale non solo attraverso il riutilizzo per nuovi regali, ma anche attraverso i siti internet. Il sito certamente più utilizzato per rivendere i regali non graditi è Ebay. Molti sono i siti che allo stesso modo di Ebay, si occupano della rivendita di prodotti specifici, ad esempio: StubHub.it si occupa della rivendita dei biglietti di spettacoli e concerti, a cui non potete partecipare, per un motivo o per un altro; changeyourflight.com si occupa della rivendita di biglietti aerei; privategriffe.com, è invece un portale dedicato alla rivendita dei capi d’abbigliamento e degli accessori, firmati e non. Qualora voleste riutilizzare i regali non graditi per prossime occasioni, vi consigliamo di conservarlo con un post it su cui apporre il nome del futuro destinatario, in modo da non riproporlo a colui che ve lo ha portato.