Gerry Scotti, che lavoro facevano i suoi genitori?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:46

Gerry Scotti e la sua famiglia d’origine: che lavoro facevano i suoi genitori? L’ha raccontato lui stesso in una recente intervista

Gerry Scotti genitori
I genitori di Gerry Scotti: cosa sappiamo su di loro?

Gerry Scotti è di sicuro uno dei presentatori e conduttori televisivi più amati della televisione italiana. E’ anche molto attivo e seguito su Instagram. Ultimamente sta andando in onda con Chi vuol essere milionario, ma ha condotto sempre programmi di un certo livello. Da La Corrida a Tu si que vales, fino ai quiz pre-serali. Insomma, un conduttore a 360 gradi, una brava persona, dal cuore tenero, che si emoziona e si commuove facilmente ogni qual volta, in un modo o nell’altro, gli toccano i sentimenti. Quante volte l’abbiamo visto in lacrime a Tu si que vales? Beh, tante. E’ un uomo grande e grosso, di una certa età, con tanta strada alle spalle, eppure non riesce a trattenersi di fronte a certe scene. Di lui si sa più o meno tutto, ma in una recente intervista rilasciata a Il Fatto Quotidiano si è raccontato a tutto tondo.

Gerry Scotti: che famiglia era la sua?

Nel 1991 si è sposato con Patrizia Grosso con cui è diventato anche padre di Edoardo. Ma prima, prima di questa famiglia aveva i suoi genitori. Chi sono? Quali sono le loro origini? Per quanto ne possiamo sapere, Gerry Scotti ha raccontato di non avere origini da ricco. Nell’intervista ha detto chiaramente: “La mia infanzia è stata all’insegna della normalità, mio papà faceva l’operaio, lavorava come rotativista al Corriere della sera, mia madre era una casalinga. Non mi hanno fatto mancare nulla”. 

Gerry Scotti Instagram
Gerry Scotti scatta un selfie con Maria De Filippi

Inevitabilmente, a Il Fatto Quotidiano, Gerry ha parlato anche del successo ottenuto negli anni. Un successo che si realizza con tanta gavetta e tanta strada da percorrere. Cosa gli ha dato? “Se penso al percorso fatto, se penso alla nascita contadina e alla gioventù operaia non penso a una forma di rivincita, forse solo di soddisfazione”, queste le sue parole.