Emergenza Coronavirus, Mattarella: “Mi auguro che tutti comprendano”

Il Presidente Sergio Mattarella ha voluto condividere alcune riflessioni in un video messaggio dal Quirinale

Mattarella Coronavirus
Coronavirus, il messaggio di Mattarella

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha fatto sentire la sua voce in un video messaggio dal Quirinale. E’ un messaggio che esprime tutto il suo rammarico e allo stesso tempo la fiducia che nutre nei confronti del popolo italiano quando dice che sono sempre pronti quando si tratta di ‘ricostruire’. Inoltre, il Presidente ha voluto mettere in guardia l’Europa: “Prima che sia troppo tardi”, queste le sue parole. E’ il secondo appuntamento, la seconda volta in cui il Presidente della Repubblica si esprime sull’emergenza Coronavirus: l’ultima volta è stata lo scorso 5 marzo.

Il Presidente Mattarella: “Stiamo vivendo una pagina triste della nostra storia”

Nel videomessaggio, il Presidente Mattarella ha cominciato dichiarando: “Stiamo vivendo una pagina triste della nostra storia. Abbiamo visto immagini che sarà impossibile dimenticare. Alcuni territori – e in particolare la generazione più anziana – stanno pagando un prezzo altissimo. Ho parlato, in questi giorni, con tanti amministratori e ho rappresentato loro la vicinanza e la solidarietà di tutti gli italiani”.

Poi, ha continuato, parlando dell’emergenza che incombe e sugli interventi a livello Europeo che ancora si fanno attendere: “Sono indispensabili ulteriori iniziative comuni, superando vecchi schemi ormai fuori dalla realtà delle drammatiche condizioni in cui si trova il nostro Continente. Mi auguro che tutti comprendano appieno, prima che sia troppo tardi, la gravità della minaccia per l’Europa. La solidarietà non è soltanto richiesta dai valori dell’Unione ma è anche nel comune interesse”.

“A tutti loro la riconoscenza della Repubblica”

“Desidero anche esprimere rinnovata riconoscenza nei confronti di chi, per tutti noi, sta fronteggiando la malattia con instancabile abnegazione: i medici, gli infermieri, l’intero personale sanitari”, le parole del Capo dello Stato sull’impegno di queste persone che stanno lavorando senza sosta da giorni per il bene comune.