Coronavirus, Paolo Bonolis e sua moglie Sonia: “Ci siamo abbracciati dopo 15 giorni”

Coronavirus, come stanno affrontando l’emergenza Paolo Bonolis e sua moglie Sonia Bruganelli? “Ci siamo incontrati in corridoio e ci siamo abbracciati”

Bonolis moglie Coronavirus
Bonolis e sua moglie Sonia Bruganelli parlano dell’emergenza Coronavirus

L’emergenza Coronavirus ha costretto tutti a stare a casa. Il senso di responsabilità verso noi stessi e verso il prossimo ci indica a non uscire se non per stretta necessità. Motivi di lavoro, di salute, o per fare la spesa. Poi, niente, bisogna rimanere tra il soggiorno, la cucina e le altre quattro mura domestiche. La gente è stata privata della propria normalità. E come tutti gli altri, anche Paolo Bonolis e sua moglie Sonia Bruganelli. Il loro è un rapporto più che duraturo. Più volte hanno manifestato pubblicamente l’amore che li unisce. E adesso, in un’intervista rilasciata a ‘Chi’, hanno parlato di come stanno affrontando questa situazione.

Paolo Bonolis e sua moglie Sonia Bruganelli: “Ci siamo incontrati in corridoio e ci siamo scambiati il primo abbraccio”

Con tre figli in casa, la situazione non è sicuramente semplice da gestire. Ma Paolo Bonolis e sua moglie Sonia hanno cercato in tutti i modi di renderla meno pesante possibile principalmente per loro. “Qualche giorno fa, io e Paolo ci siamo incontrati in corridoio e ci siamo scambiati il primo abbraccio dopo 15 giorni: è un paradosso ma, pur essendo così vicini, con la testa ognuno cercava le risorse per non abbattersi ed essere di sostegno alla famiglia”, racconta Sonia.

Importante, fondamentale non abbattersi in un periodo come questo. La responsabilità dei genitori è ancor più grande, adesso. Parole piene d’amore, tuttavia, sono arrivate da Sonia nei confronti di Paolo Bonolis. Parole che testimoniano ancora una volta quanto sia saldo il loro rapporto e quanto si amino, nel senso profondo del termine: “Non so che cosa avrei fatto senza Paolo: anche nei silenzi, quando ci si conosce a fondo, ci sono parole d’amore”. Sentire il bisogno, l’esigenza così marcata di una persona, ecco, forse manifesta qualcosa che va anche oltre l’amore.